4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  

Benvenuti in sunelweb

Questo sito è semplicemente una raccolta di appunti, sintesi di opere letterarie e note critiche che si intende condividere con chiunque sia interessato alla storia, alla letteratura e agli altri argomenti qui trattati. Non ha pretese di erudizione e non si pone come strumento enciclopedico, ma soltanto come una raccolta di materiale, frutto di studi continuati. ..ci auguriamo possa essere utile a qualcuno ..

Pinterest

Hanno scritto ...


Homo sum: humani nihil a me alienum puto (Sono un uomo: niente di cio' che e' umano considero estraneo) (Publio Terenzio Afro)

Approfondimenti

Ultimi aggiornamenti


Opere letterarie in breve

Proposta casuale

Giovanni il Sanguinario


Ufficiale dell'esercito di Giustiniano, militò contro i Goti sotto Belisario e Narsete.
Era nipote di Vitaliano che era stato console nel 520.
A Bisanzio sventò insieme al suocero Giustino una cospirazione contro Giustiniano denunciandola al prefetto della guardia palatina Marcello. Giustino e Giovanni furono sospettati di essere coinvolti nel complotto ma la testimonianza di Marcello li scagionò.
Giunse in Italia nel 537 al comando di un grosso contingente di cavalieri traci per portare aiuti a Belisario e raggiunse Roma assediata dai Goti. Durante l'inverno su ordine di Belisario guidò un'azione diversiva nel Piceno, in territorio nemico, per indurre Vitige a togliere l'assedio di Roma e si portò a Rimini minacciando Ravenna.
Vitige fu effettivamente costretto ad abbandonare l'assedio, ma Giovanni tardò nel lasciare Rimini e si trovò a sua volta assediato in quella città, venne poi liberato grazie all'arrivo di Narsete.
Fra il 538 e il 539, con Narsete, combattè per conquistare l'Emilia e rimase in Italia nel 540 quando Belisario fu richiamato in Oriente.
Quando Totila sconfisse l'esercito bizantino nel Mugello, nel 542, Giovanni riparò a Roma e vi rimase per due anni scacciandone i sacerdoti ariani perché potenziali sostenitori dei Goti.
Nel 545 tornò a Costantinopoli per chiedere rinforzi a Giustiniano da parte di Belisario e sposò Giustina, figlia di Germano.
Nel 546 tornò in Italia e riuscì a riprendere la Calabria e la Lucania. Dal 550 fu fra i generali che affiancarono Narsete nell'ultimo periodo della Guerra Gotica, riportando una vittoria navale nel 551 presso Senigallia.

Indice delle sezioni

Statistiche

  • Visitatori in linea:
  • Visitatori totali:
  • Pagine visualizzate:

Contatti

Licenza Creative Commons Licenza Creative Commons

Tutto il contenuto di questo sito è posto sotto licenza Creative Commons. Gli articoli qui pubblicati possono essere copiati ed utilizzati con o senza modifiche su altri siti applicando l'icona Creative Commons tramite il codice che si trova in questa pagina. Siamo lieti di mettere il nostro materiale a disposizione di chi condivide i nostri interessi.
Chi utilizzi integralmente testi prelevati da questo sito è pregato di citare sunelweb.net come fonte. Grazie.

Informazioni per i lettori

L'autore declina ogni responsabilità dall'utilizzo da parte di terzi delle informazioni qui riportate. Le informazioni e i contenuti qui pubblicati, benché frutto di accurato lavoro, devono essere considerati amatoriali e l'autore non è in grado di escludere a priori inesattezze o incompletezze.
I link esterni, che vengono aperti dalle pagine di questo sito, non sono sotto il controllo del sito, quindi l'autore declina ogni responsabilità per possibili malware o inaffidabilità di tali domini.
Le immagini pubblicate su questo sito provengono in parte dalla rete e servono per arricchire gli articoli pubblicati. Si utilizzano in genere che abbiano una licenza di libero riutilizzo anche a scopo commerciale o siano in condizione di pubblico dominio. Su tali immagini il sito non detiene, quindi, alcun diritto d’autore. Se detenete il copyright di qualsiasi immagine presente su questo sito o volete segnalare altri problemi riguardanti i diritti d’autore, potete inviare una e-mail all’indirizzo webmaster@sunelweb.net
2000 - 2021. Sunelweb
Sergio Unia