Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  

Benvenuti in sunelweb

Questo sito è semplicemente una raccolta di appunti, sintesi di opere letterarie e note critiche che si intende condividere con chiunque sia interessato alla storia, alla letteratura e agli altri argomenti qui trattati. Non ha pretese di erudizione e non si pone come strumento enciclopedico, ma soltanto come una raccolta di materiale, frutto di studi continuati. ..ci auguriamo possa essere utile a qualcuno ..

Pinterest

Hanno scritto ...


La mia biblioteca era per me un ducato grande abbastanza. (William Shakespeare)

Approfondimenti

Ultimi aggiornamenti

Opere letterarie in breve

Proposta casuale

Lorenzo Ghiberti


Lorenzo Ghiberti nacque a Firenze nel 1378.
Figlio ed allievo dell'orafo Bartolo di Michele, mentre imparava si gioventù l'arte paterna si interessava anche di pittura e scultura.
Nel 1400 lasciò Firenze per evitare un'epidemia di peste e lavorò a Rimini per qualche tempo. Tornato a Firenze vinse nel 1401 il concorso per la realizzazione della seconda porta del Battistero bandito dalla Corporazione dei Mercanti.
Realizzò l'opera seguendo lo schema utilizzato da Andrea Pisano per la prima porta e fuse ventotto formelle raffiguranti Storie del Nuovo Testamento, gli Evangelisti e i Dottori della Chiesa.
Negli anni successivi realizzò per la chiesa di Orsanmichele statue di San Giovanni Battista, San Matteo e Santo Stefano e, per il Battistero di Siena, i rilievi del fonte battesimale.
Soggiornò a Roma per alcuni mesi fra il 1429 e il 1430, quindi collaborò con Filippo Brunelleschi nella direzione dei lavori del Duomo di Firenze fino al 1436.
Dopo aver realizzato opere su commissione dei Medici e dei pontefici Martino V e Eugenio IV, ottenne dalla Corporazione dei Mercanti la commissione, senza limiti di tempo e di spesa, per la terza porta del Battistero che completò nel 1452 e che fu definita da Michelangelo Porta del Paradiso.
La porta si compone di dieci riquadri con Storie dell'Antico Testamento realizzata con stile innovativo rinunciando al gusto gotico dell'analoga opera precedente.
Lorenzo Ghiberti, insignito di importanti onoreficenze dai concittadini, morì a Firenze nel 1455.
Dopo il 1448 aveva scritto i suoi Commentari sull'arte antica e sull'arte toscana del XIV e XV secolo.