Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  

Benvenuti in sunelweb

Questo sito è semplicemente una raccolta di appunti, sintesi di opere letterarie e note critiche che si intende condividere con chiunque sia interessato alla storia, alla letteratura e agli altri argomenti qui trattati. Non ha pretese di erudizione e non si pone come strumento enciclopedico, ma soltanto come una raccolta di materiale, frutto di studi continuati. ..ci auguriamo possa essere utile a qualcuno ..

Pinterest

Hanno scritto ...


La mia biblioteca era per me un ducato grande abbastanza. (William Shakespeare)

Approfondimenti

Ultimi aggiornamenti

Opere letterarie in breve

Proposta casuale

Baldovino II


Baldovino di Le Bourcq o di Bourg era figlio di Ugo conte di Réthel e di Melisenda di Montlhéri. Ugo di Réthel era a sua volta figlio di Baldovino di Rethel e di Ida, sorella di Baldovino I di Gerusalemme, quindi Baldovino di Le Bourcq era cugino di secondo grado di Baldovino I, di Goffredo di Buglione e di Eustachio III di Boulogne.
Per seguire i cugini alla prima crociata rinunciò al feudo di Le Bourcq (Ardenne), partecipò all'occupazione di Edessa e alla liberazione di Betlemme e di Gerusalemme.
Ferito in combattimento, sostò a Antiochia con Boemondo I e nel 1100 il cugino Baldovino di Boulogne gli cedette la contea di Edessa per succedere al defunto Goffredo di Buglione sul trono di Gerusalemme.
Nel 1101 sposò Morphia di Melitene.
Nel 1102 Baldovino e Tancredi d'Altavilla, reggente del principato di Antiochia, combatterono contro gli Egiziani. Nel 1104 Baldovino fu sconfitto e fatto prigioniero dai Selgiuchidi che lo liberarono solo nel 1108 quando Joscelin di Courtenay pagò il riscatto.
Nel frattempo Tancredi d'Altavilla era diventato reggente di Edessa e si rifiutò di restituire la contea a Baldovino il quale dovette ricorrere ad aiuti militari armeni e bizantini (sua moglie era figlia di un principe armeno( per recuperarla).
Nel 1118 Baldovino I morì ed il fratello maggiore Eustachio III rifiutò la successione, così il 14 aprile 1118 Baldovino di Le Bourcq fu incoronato re di Gerusalemme su proposta di Joscelin di Courtenay.
All'inizio del regno Baldovino si occupò di riorganizzare lo stato ma dopo pochi mesi dovette armarsi per respingere i Turchi provenienti dalla Siria e dall'Egitto che minacciavano il regno e che nel 1119 invasero il principato di Antiochia. Prima che Baldovino riuscisse ad intervenire i Turchi devastarono l'esercito di Ruggero di Salerno principe di Antiochia nella battaglia detta ager sanguinis.
Fra il 1118 e il 1120, dopo aver scacciato i Selgiuchidi da Antiochia ed essere rientrato a Gerusalemme, Baldovino II riprese a legiferare; in quel periodo vennero fondati gli ordini dei Templari e degli Ospedalieri.
Nel 1123 Baldovino fu di nuovo fatto prigioniero mentre si recava a Edessa per assumere la reggenza della contea. L'anni precedente, infatti, Joscelin di Courtenay, che era diventato conte di Edessa succedendo allo stesso Baldovino, era stato catturato in battaglia.
Durante la prigionia di Baldovino resse il regno di Gerusalemme Eustachio I di Grenier che riuscì a respingere un tentativo di invasione da parte degli Egiziani.
Baldovino e Joscelin fuggirono nel 1124 e nel 1125 Baldovino, riunito un grande esercito, sconfisse i Selgiuchidi nella battaglia di Azaz.
Nel 1129, insieme al genero Folco V d'Angiò, tentò senza successo di occupare Damasco. Folco aveva sposato Melisenda, erede designata della corona, con la condizione di essere associato al regno come re consorte.
Baldovino morì il 21 agosto 1131 e Melisenda e Folco furono incoronati il 14 settembre.
Dalla moglie Morphia, Baldovino aveva avuto quattro figlie: Melisenda, Alice, Odierna e Ivetta.