Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  

Metastasio

Ezio


Argomento:
Al rientro dalla gloriosa vittoria sugli Unni ai Campi Catalaunici, il generale Ezio viene condannato a morte da Valentiniano III. E' stato calunniato dal patrizio Massimo che aveva proposto ad Ezio di congiurare contro l'imperatore ottenendo un rifiuto.

Personaggi:
Valentiniano III imperatore
Fulvia, figlia di Massimo e promessa sposa di Ezio
Ezio, generale
Onoria, sorella di Valentiniano
Massimo, patrizio romano
Varo, prefetto del pretorio

La scena è in Roma

Atto primo


Il foro con apparati festivi per il ritorno di Ezio vincitore di Attila.
Valentiniano, Massimo e Varo stanno per accogliere Ezio, l'imperatore è entusiasta per la vittoria e per l'imminente matrimonio con Fulvia figlia di Massimo, ma Massimo odia segretamente Valentiniano che gli ha insidiato la moglie.
L'imperatore accoglie il generale abbracciandolo e rendendogli onore per la grande vittoria, Ezio con modestia attribuisce gran parte del merito al coraggio dei soldati e delle genti italiche.
Anche Massimo accoglie calorosamente Ezio ma il generale nota subito l'imbarazzo di Fulvia, già sua promessa sposa, e Massimo è costretto a rivelargli che Valentiniano pretende di sposare Fulvia.
Massimo preopone piuttosto apertamente a Ezio di eliminare Valentiniano ma il generale inorridisce all'idea del regicidio e di dichiara certo di poter convincere l'imperatore a lasciargli la sposa promessa.
Rimasto solo con la figlia Massimo le propone di sposare l'imperatore per poi aver modo di ucciderlo. Fulvia è scandalizzata dalla proposta e rifiuta fermamente.
Intanto Onoria, sorella di Valentiniano, segretamente innamorata di Ezio, chiede a Varo di descrivergli l'aspetto del generale che per pudore non è accorsa ad accogliere, ma Varo ha inteso cosa la donna cerca di nascondere.
Dal canto suo Valentiniano confida a Massimo di essere preoccupato per l'eccessiva popolarità di Ezio. Per stringere Ezio con un legame di parentela e assicurarsi la sua fedeltà intende fargli sposare Onoria.
Come ha promesso a Fulvia, Ezio si presenta a Valentiniano per informarlo del suo amore per la giovane, ma proprio allora l'imperatore gli comunica la sua decisione di fargli sposare Onoria. Ezio non cede ed insiste per avere Fulvia anche quando Valentiniano afferma di volerla per se, l'incontro si conclude senza una decisione ma quando più tardi Valentiniano conferma che sposerà Fulvia Ezio reagisce con uno scatto d'ira: l'imperatore sta chiedendo troppo alla sua fedeltà.

Atto secondo


La scena si svolge negli "orti palatini", i giardini della residenza imperiale.
Valentiniano è scampato all'attentato di un sicario di Massimo, ha ferito e riconosciuto l'attentatore ma non conosce il mandante, crede che a volerlo uccidere sia stato Ezio a causa della rivalità in amore.
Massimo lascia che l'imperatore sospetti del generale e non ascolta i rimproveri che Fulvia gli muove appena rimangono soli.
Quando Fulvia avverte Ezio del pericolo il generale non vuole crederle ma giunge Varo che, suo malgrado, deve eseguire l'ordine di arrestarlo.
Incontrando Varo Fulvia gli confida il legame amoroso fra lei e Ezio ma Varo dubita di poter aiutare l'amico e consiglia a Fulvia, se vuole salvare l'uomo che ama, di sposare Valentiniano per aver maggior ascendente su di lui.
Nella scena successiva subentra un nuovo elemento a complicare la vicenda: Onoria sta conversando con Massimo e parla dell'offesa recatale da Ezio con il suo rifiuto, dal canto suo Massimo avanza varie insinuazioni per alimentare la certezza della colpa di Ezio, quando entra Valentiniano ed annuncia la sua decisione di far sposare Onoria con Attila.
L'imperatore convoca Ezio perché si discolpi e vuole che Massimo e Fulvia siano presenti. L'orgoglio di Ezio non gli permette di fingere ed egli accusa apertamente l'imperatore di essere invidioso e geloso ed insinua che non ci siano mai stati attentati.
Valentiniano pretende che Fulvia si dichiari innamorata di lui ma la ragazza non resiste e dichiara piangendo di amare Ezio, provocando la disgrazia sua e del generale.

Atto terzo


Atrio delle carceri.
Onoria annuncia a Ezio che Valentiniano è disposto al perdono se avrà la sua confessione ma Ezio rifiuta indignato e neanche la dichiarazione d'amore di Onoria riesce a commuoverlo.
L'imperatore riceve Ezio e lo informa che ha deciso non solo di perdonarlo ma di lasciargli sposare Fulvia. Ezio viene liberato dalle catene ed esulta insieme a Fulvia, ma quando esce dalle carceri viene ucciso da uomini che lo aspettavano per ordine di Valentiniano.
Intato Onoria ha trovato il sicario che ha tentato di uccidere Valentiniano morente per la ferita infertagli dall'imperatore e questi le ha rivelato che Ezio è innocente ma è morto prima di pronunciare il nome del suo mandante.
Disperata per la morte di Ezio, Fulvia cerca di salvare il padre atribuendo a se stessa la responsabilità dell'attentato.
Nelle ultime scene Massimo arringa alla folla per sollevarla contro Valentiniano denunciando la morte di Ezio. La gente si ribella ed attacca la reggia ma ... colpo di scena ... a salvare Valentiniano compare Ezio che è stato risparmiato dall'amico Varo.
Ed ecco il lieto fine: Ezio sposerà Fulvia, Onoria Attila e Valentiniano perndona tutti, ma purtroppo nella realtà le cose sono andate ben diversamente.