4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Sarzana



Santa Maria Assunta-cattedrale 1
Cattedrale di Santa Maria Assunta
Di Tuscanycalling (Opera propria)
[CC BY-SA 3.0], attraverso Wikimedia Commons
Comune della Liguria in provincia della Spezia, situato nel Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra, a pochi chilometri dalla foce del fiume Magra.
Il territorio comunale ha una superficie di 34,17 kmq e confina con i comuni di Ameglia, Arcola, Aulla, Carrara, Castelnuovo Magra, Fosdinovo, Lerici, Ortonovo, Santo Stefano di Magra, Vezzano Ligure.
La popolazione è di circa 22.000 abitanti.

Storia
In età antica il territorio sul quale sorge Sarzana fu dominio dei Romani come l'intera Lunigiana ma la prima citazione documentata del toponimo Sarzanae Castrum è in un atto del decimo secolo.
Sul finire dell'undicesimo secolo il borgo di Sarzana risulta decisamente consolidato e nel 1204 diviene sede vescovile per decisione del papa Innocenzo III.
Fu sotto il dominio di Pisa nel XIII secolo, quando furono costruiti i bastioni di fortificazione, quindi passò a Lucca il cui signore Castruccio Castracani nel 1322 eresse la fortezza di Sarzanello. Nei secoli successivi Sarzana fu contesa fra Milano, Genova e Firenze fino al 1562 quando passò definitivamente alla Repubblica Genovese.
Questa situazione durò fino al 1796, quindi Sarzana fece parte della Repubblica Ligure in epoca napoleonica e dal 1815 del Regno di Sardegna. Nel 1861 fu annessa al Regno d'Italia.
Il 21 giugno 1921 ebbe luogo l'episodio che viene ricordato come "fatti di Sarzana", una serie di scontri fra squadristi fascisti che intendevano compiere una spedizione punitiva a Sarzana e i carabinieri sostenuti dalla popolazione.
Durante i decenni successivi e durante l'occupazione nazista Sarzana e il suo territorio furono attivamente coinvolti nella resistenza partigiana.
Cittadini illustri di Sarzana furono Tommaso Parentucelli che fu papa con il nome di Niccolò V e il pittore Domenico Fiasella.

Chiese
- Concattedrale di Santa Maria Assunta

- Pieve di Sant'Andrea: pieve romanica dell'XI secolo, dal 1204 fu Battistero e sede del comune fino al XIV secolo. All'interno di trovano opere di Domenico Fiasella. Numerosi gli interventi nel corso dei secoli: all'inizio del trecento l'interno a tre navate fu ristrutturato in un'unica navata, nel 1579 fu ampliato il presbiterio e la copertura della navata fu rifatta e rialzata, il portale è cinquecentesco, il campanile a tre piani è un rimaneggiamento del XIV secolo di una torre più antica.
Sotto la pieve è stata localizzata una fornace per la fusione delle campane risalente all'epoca della costruzione dell'edificio.

- Oratorio di San Gerolamo, del XVIII secolo, vi si conserva una Flagellazione di Cristo, scultura in legno di Anton Maria Maragliano
- Oratorio di Santa Croce
- Oratorio della Misericordia
- Chiesa di San Francesco, costruita nel XIII secolo e successivamente ristrutturata
- Chiesa di Nostra Signora del Carmine
- Chiesa di San Giovanni Battista o dei Cappuccini
- Chiesa Parrocchiale di San Martino
- Chiesa Parrocchiale di Santa Caterina
Sarzana dall'alto 2
Panorama
Di Tuscanycalling (Opera propria)
[CC BY-SA 3.0], attraverso Wikimedia Commons

Palazzi
- Palazzo Roderio o Palazzo Municipale: completato nel 1554 su disegno di Antonio Roderio e più volte restaurato, con cortile cinquecentesco, è sede del municipio di Sarzana.
- Palazzo Picedi-Benettini: sito al n. 35 di Via Mazzini, con facciata settecentesca e busti marmorei.
- Palazzo Magni-Griffi: sito al n. 64 di Via Mazzini, è edificio del XVIII secolo, notevole lo scalone in marmo.
- Palazzo Benedetti
- Palazzo Berghini
- Palazzo Brondi-Pini
- Palazzo Casoni
- Palazzo de Benedetti
- Palazzo Fiori
- Palazzo Fontana
- Palazzo del Loggiato
- Palazzo Lucri
- Palazzo Neri: situato in piazza Niccolò V, fu costruito nel XVIII secolo su un preesistente edificio religioso.


Monumenti
- Monumento ai Caduti: in piazza Matteotti, opera di Carlo Fontana del 1934.
- Il Genio della Stirpe o monumento a Giuseppe Garibaldi: in piazza Garibaldi, opera di Carlo Fontana del 1914
- Monumento ai Marinai Caduti
- Monumento ad Agostino Paci
- Monumento a Carlo Fabricotti
- Croce di Santo Stefano d'Assisi
- Fortezza di Sarzanello: fatta costruire da Castruccio Castracani nel 1322 fu successivamente ampliata e modificata dai Genovesi. E' a pianta triangolare con tre torri circolari, circondata da un fossato.
- Cittadella di Sarzana: costruita sulla duecentesca fortezza Firmafede nel 1488 dal Francione con la collaborazione di Giuliano da Sangallo per volontà di Lorenzo il Magnifico, in seguito appartenne al re di Francia Carlo VIII che la vendette ai Genovesi.
- Castello della Brina
- Resti della torre trecentesca che appartenne ai Buonaparte, emigrati in Corsica nel 1529.

Teatri
- Teatro degli Impavidi, edificio realizzato nel 1809 da Pietro Bargigli


Indice sezione