4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Gualtieri Senza Averi



Gautier Sans-Avoir fu un cavaliere dell'XI secolo che accogliendo l'appello del papa Urbano II per la liberazione del Santo Sepolcro, si mise alla testa di qualche migliaio di seguaci per conquistare la Palestina unendo le proprie forze a quelle di Pietro l'Eremita.
Quella di Gualtieri e di Pietro fu detta "crociata dei poveri" per la totale mancanza di mezzi e di organizzazione.
Gualtieri e i suoi partirono da Colonia nella primavera del 1096 contando principalmente sull'elemosina delle popolazioni che avrebbero incontrato, ma quando durante il viaggio non ricevevano aiuti passavano senz'altro al furto e alla violenza per procurare il necessario.
In particolare giunti a Belgrado, all'epoca nel territorio dei Bulgari, furono ritardati dall'esitazioni delle autorità locali ed esaurite le scorte si diedero al saccheggio. La popolazione reagì trucidando molti seguaci di Gualtieri e soltanto l'intervento di una scorta inviata da Costantinopoli consentì ai superstiti di raggiungere il territorio imperiale.
A Costantinopoli le bande di Gualtieri e di Pietro l'Eremita si unirono ma furono subito inviate nel campo fortificato di Civetot fuori città dall'imperatore Alessio che intendeva allontanarle perché pericolose ed inutili.
Da questa sistemazione i crociati presero a saccheggiare i dintorni e a compiere incursioni anche in territorio turco finchè i Turchi stessi, provocati, intervennero con un contingente che assebiò Civetot e in un paio di scontri massacrò e disperse i disorganizzati ed inesperti avversari.
Pietro riuscì a salvarsi e a rientrare a Costantinopoli mentre Gualtieri Senza Averi perse la vita in uno di questi scontri.


Indice sezione