4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Cuma



Città della Campania, una delle più antiche della Magna Grecia, fondata intorno alla metà dell'ottavo secolo da coloni dell'Eubea.

Gli abitanti di Cuma si scontrarono con le preesistenti popolazioni locali (Dauni, Aurunci) e con gli Etruschi che sconfissero nel 474 a.C. alleandosi con i Siracusani (battaglia di Cuma).
Nelle fonti antiche si parla anche di un intervento cumano contro gli Etruschi nella battaglia di Aricia (504 a.C.) dove il comando delle forze latine e greche fu assunto da Aristodemo di Cuma.
Sottomessa dai Sanniti nel quinto secolo, Cuma fu in seguito conquistata dai Romani che le conferirono la cittadinanza prima delle guerre sociali. Durante la guerra annibalica i Cumani si mantennero fedeli a Roma.
Il sito archeologico di Cuma, ubicato nel territorio della città metropolitana di Napoli, comprende una necropoli, il tempio di Era, i resti del tempio di Apollo e, sulla cima dell'acropoli, il tempio di Giove trasformato nel Medioevo in chiesa cristiana.
Testimonianze del dominio sannita sono una galleria scavata per fini militari detta "Antro della Sibilla" e i resti di un tempio.
Svolgeva la sua attività divinatoria a Cuma la famosa Sibilla Cumana autrice dei a href='index.php?artid=8000'>Libri Sibillini, colei che pronunciava gli oracoli di Apollo e di Ecate in una grotta presso il Lago Averno ed ebbe grande importanza nell'immaginario del mondo romano. In stato di trance, nell'oscurità, circondata da fumi aromatici, la Sibilla pronunciava i suoi responsi che per il linguaggio oscuro si prestavano sempre a diverse interpretazioni. Un oracolo di questo tipo, in tutto simile a quello di Delfi, derivava chiaramente dalla matrice greca della città e dei suoi culti.


Riferimenti letteratura:
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Livio - Storia di Roma
  • Ovidio - Metamorfosi
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Gaio Giulio Solino - Delle cose meravigliose del mondo
  • Theodor Mommsen - Storia di Roma Antica




  • Indice sezione