Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Monte Soratte



Il Monte Soratte
Monte del Lazio alto 691 m.s.l.m., situato in posizione isolata nella valle del Tevere, a 45 km da Roma, nel comune di Sant'Oreste.
Alla base del monte si aprono tre grandi voraini dette Meri che raggiungono i 115 m. di profondità.
Già in epoca molto antica il Monte Soratte, così centrale rispetto a Lazio, Etruria e Umbria, era luogo di culto comune per le popolazioni italiche di quelle regioni e grazie alla sua visibilità per chi giungeva da lontano era sede della più antica fiera commerciale dell'Italia Centrale.
Dai primi tempi del Cristianesimo il monte offrì silenziosi luoghi di meditazione agli eremiti ed ancora esistono i resti degli eremi di San Silvestro, Sant'Antonio, Santa Lucia, Santa Romana e San Sebastiano.
Anche Carlomanno, fratello di Pipino il Breve, quando decise di rinunciare al potere ed intraprendere la vita religiosa, fondò un cenobio sul Monte Soratte prima di ritirarsi a Montecassino.
Eremo di San Silvestro
Tuttora è attivo il Monastero di Santa Maria delle Grazie, ricostruito nel XIX secolo, che offre ospitalità ai viaggiatori.
All'interno del monte furono scavate fra il 1937 e il 1943 delle gallerie per complessivi 4 km che dovevano servire da rifugi antiaerei per i maggiori esponenti del governo fascista e del comando militare. Nel settembre 1943 le gallerie furono occupate dalle Wehrmacht e divennero sede del comando supremo delle forze di occupazione tedesche. Per questo motivo il 12 maggio 1944 il Soratte subì un durissimo bombardamento americano che tuttavia non riuscì a far crollare il sistema di gallerie.
Successivamente le gallerie del Monte Soratte furono utilizzate come polveriera dell'esercito e, nel periodo della guerra fredda, furono trasformate in rifugi antiatomici.
Nei primi anni del nuovo secolo le realizzazioni militari sono state dismesse e le gallerie sono attualmente di proprietà del comune di Sant'Oreste che sta realizzando un'area museale dedicata alla seconda guerra mondiale e alla guerra fredda.


Riferimenti letteratura:
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Strabone - Geografia
  • Gaio Giulio Solino - Delle cose meravigliose del mondo
  • Eginardo - Vita di Carlo Magno
  • Theodor Mommsen - Storia di Roma Antica




  • Indice sezione