4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Licia



Regione storica dell'Anatolia sudoccidentale, bagnata dal Mediterraneo. Il territorio è montuoso con vette che raggiungono i 3.000 metri; confinava a Ovest con la Caria, a Nord con la Frigia e a Est con la Panfilia.
Secondo Erodoto la regione si era chiamata Miliade ed era stata abitata dai popoli dei Solimi e dei Termini sui quali aveva regnato Sarpedone cacciato da Creta dal fratello Minosse.
Ancora Erodoto racconta che Lico, figlio del re di Atene Pandione, fu esiliato dal fratello Egeo, riparò presso Sarpedone e più tardi la regione e la popolazione presero il suo nome.
Secondo Omero, invece, a mutari il nome dei Solimi e dei Termili in Lici fu Bellerofonte.
Nel XIII secolo a.C. la Licia faceva parte dell'impero ittita e fu coinvolta nella guerra contro l'Egitto.
Nel 546 a.C. venne conquistata da Arpago, generale del re di Persia Ciro. Sotto il dominio persiano conservò un buon grado di autonomia e fu governata da una dinastia licia.
Fu conquistata da Alessandro Magno che nel 334 a.C. affidò al suo generale Nearco il governo di Licia e Panfilia e dopo la morte di Alessandro andò a far parte del regno di Antigono Monoftalmo.
Nel 168 a.C. fu dichiarata indipendente dai Romani e organizzata secondo il modello di un governo federale di ventitre città.
Divenne provincia romana nel 43 d.C. sotto Claudio, nel 74 d.C. sotto Vespasiano fu costituita la provincia di Licia e Panfilia unendo le due regioni che furono di nuovo separate nel 325.


Riferimenti letteratura:
  • Iliade
  • Erodoto - Storie
  • Strabone - Geografia
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Dione Cassio - Storia romana
  • Fozio - Biblioteca
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare




  • Indice sezione