Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Focione



Generale e uomo politico ateniese, contemporaneo di Demostene. Fu eletto quarantacinque volte generale dagli Ateniesi, riportò vittorie contro i Macedoni in Eubea (348 a.C. e 341 a.C.), a Bisanzio (339 a.C.) ed in Attica (322 a.C.)
Nato intorno al 402 a.C. fu allievo di Platone, poi seguace di Senocrate.
Nel 376 a.C. prese parte alla battaglia di Nasso con cui gli Ateniesi respinsero il tentativo spartano di bloccare i loro approvvigionamenti via mare. Nel 349 a.C., dopo aver militato per un periodo come mercenario di Artaserse III, assunse un ruolo importante nel partito aristocratico ateniese.
Nel 348 a.C. contrastò militarmente Filippo II di Macedonia ma poco dopo aprì trattative con i Macedoni per salvaguardare l'indipendenza di Atene. Condusse una politica di distensione con la Macedonia anche dopo la morte di Alessandro Magno e durante il regno di Antipatro fu reggente di Atene dal 322 al 318 a.C.
Nonostante fosse noto per la sua rettitudine, il suo comportamento fu considerato collaborazionista dagli oppositori e nel 318 a.C. venne deposto e condannato a bere la cicuta.


Riferimenti letteratura:
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Plutarco - Demostene e Cicerone





  • Indice sezione