4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Slavonia



Regione storica della Croazia Orientale, delimitata dai corsi dei fiumi Drava, Sava e Danubio.
Il territorio è prevalentemente pianeggiante e molto fertile, le principali città sono Osijek e Slavonski Brod.
In età romana la regione faceva parte della provincia di Pannonia. Dal settimo secolo fu nell'area interessata dagli insediamenti slavi e dal decimo secolo fu inclusa nel Regno di Croazia.
Nel 1091 fu annessa all'Ungheria e nel 1260 Bela IV re di Ungheria divise in due parti la Croazia (Regno di Slavonia e Regno di Croazia) ciascuna con i suoi propri organi amministrativi.
Nel 1526 gli Ottomani invasero l'Ungheria e poco dopo occuparono la Slavonia mentre la Croazia passava agli Asburgo. Questi ultimi ottennero anche la Slavonia dopo la disfatta degli Ottomani con la pace di Carlowitz del 1699.
Nel XIX secolo Croazia e Slavonia vennero di nuovo associate con la costituzione del Regno di Croazia e Slavonia, entità autonoma ma comunque appartenente all'impero austro-ungarico.
Nel 1918 la Slavonia fu inclusa nel Regno dei Serbi, Croati e Sloveni che in seguito prese il nome di Jugoslavia. Parzialmente occupata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, nel dopoguerra fece parte della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia.
Nel 1991 la Croazia si dichiarò indipendente e il territorio della Slavonia andò in parte alla Serbia e dopo varie vicende nel 1998 si giunse all'assetto attuale.


Indice sezione