4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Ficana



Antica città dei Latini situata nei pressi dell'attuale Acilia su una collina in posizione dominante sul Tevere.
Tombe a pozzetto e altri reperti dimostrano che Ficana era già abitata nell'ultima fase del Bronzo Finale (XII secolo a.C.)
Nell'VII secolo a.C. la città si dotò di una fortificazione (aggere) sul lato della collina più facilmente accessibile. Secondo la tradizione Ficana fu conquistata da Anco Marzio come Tellene e Politorio e tutti gli abitanti furono deportati a Roma sull'Aventino. In effetti l'archeologia conferma l'esistenza di tracce di distruzione violenta risalenti al VII secolo ma Ficana, diversamente dagli altri centri latini citati, non fu del tutto distrutta probabilmente per conservare la buona posizione e il controllo delle vicine saline alla foce del Tevere.
Sotto il dominio romano Ficana conobbe un periodo di forte crescita e furono costruite nuove fortificazioni comprendenti un'area molto più ampia ma in seguito, con l'espandersi di Roma, la sua funzione strategica venne superata e il centro fu abbandonato progressivamente fino a non esistere più agli inizi dell'età imperiale.
Plinio il Vecchio (NH III, 68) la cita fra le città del Lazio arcaico non più esistenti ai suoi tempi.


Riferimenti letteratura:
  • Dionigi di Alicarnasso - Storia di Roma Antica
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale




  • Indice sezione