4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Quinto Fabio Massimo Rulliano console nel 322 a.C.



Ufficiale romano appartenente alla Gens dei Fabii, vissuto nel quarto secolo a.C.
Ricordato per le sue imprese militari nelle guerre contro Sanniti ed Etruschi, ricoprì cinque consolati.
Magister Equitum di Lucio Papirio Cursore nel 325 a.C. ottenne una vittoria contro i Sanniti ma fu denunciato dal dittatore per disobbedienza, ne conseguì un famoso processo drammaticamente narrato da Livio al termine del quale Fabio Massimo Rulliano venne graziato, processo reso importante dal conflitto fra la gloria del vincitore e la violazione della disciplina commessa da Rulliano che aveva attaccato il nemico senza attendere l'ordine del dittatore.
Fabio Massimo Rulliano fu console nel 322 a.C. con Lucio Fulvio Corvo, dittatore nel 315 a.C., console nel 310 a.C. con Gaio Marcio Rutilo Censorino, nel 308 a.C. con Publio Decio Mure, anni in cui combattè contro gli Etruschi.
Dopo aver esercitato la censura nel 304 a.C. fu nuovamente console nel 297 a.C. e vinse contro i Sanniti a Tifernum.
Durante il suo quinto ed ultimo consolato, nel 297 a.C., con Publio Decio Mure, vinse la battaglia di Sentino sconfiggendo Etruschi, Galli e Sanniti che si erano coalizzati contro i Romani.


Riferimenti letteratura:
  • Livio - Storia di Roma
  • Agostino di Ippona - La città di Dio


    Vedi anche:
  • Cronologia dei magistrati romani




  • Indice sezione