4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Tommaso Fazello



Figlio di un artigiano, nato a Sciacca nel 1498, Tommaso Fazello studiò nella sua città, dal 1513 a Palermo nel convento di San Domenico dove prese i voti e forse a Padova.
Fu predicatore e insegnante a Palermo, svolse vari incarichi per l'ordine dei Domenicani e trascorse l'intera vita in Sicilia salvo brevi viaggi a Roma.
I suoi compiti pastorali lo portarono a visitare numerosi monasteri in Sicilia e Fazello unì a queste missioni un'intensa attività di visitatore ed esploratore dell'isola della quale volle conoscere approfonditamente città, siti artistici e archeologici, centri religiosi e monumenti.
In vent'anni di viaggi raccolse il materiale per la sua grande opera De Rebus Siculis decades Duae edita nel 1558 che ebbe ampliamenti e nuove edizioni nel 1560 e 1568.
L'opera è divisa in due parti (due deche, appunto), la prima comprende la descrizione geografica e topografica della Sicilia, la seconda parla della storia e dell'archeologia dell'isola.
Fazello godette di grande prestigio nell'ambiente ecclesiastico ma, sempre preso dai suoi studi, nel 1558 rifiutò la carica di maestro dell'Ordine.
Dal 1555 assunse l'incarico di lettore di filosofia e logica nel convento palermitano di San Domenico dove rimase fino alla morte avvenuta l'8 aprile 1570.
Delle suo opere minori rimangono Lectiones Philosiophiae e Lectura super libros posteriorum Aristotelis.


Indice sezione