4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Publio Quintilio Varo

  • Publio Quintilio Varo console 13 a.C.



    Velleio si sofferma per un ritratto di Quintilio Varo : lo definisce di indole mite e di abitudini tranquille non insensibile alla ricchezza come aveva dimostrato negli anni precedenti quando era stato governatore della Siria


    Nato a Cremona nel 47 a.C..
    Generale romano, console nel 13 a.C.
    Fu governatore della Siria dal 6 a.C. al 4 a.C., dal 7 al 9 fu comandante delle forze romane in Germania.
    Era imparentato con Augusto per aver preso in moglie una nipote di Ottavia e di Marcello. Dal 7 d.C. aveva sostituito Senzio Saturnino nel comando delle truppe in Germania mentre Tiberio era occupato in Pannonia.
    Secondo alcuni autori commise l'imprudenza di tentare di introdurre in Germania il diritto romano, privando l'aristocrazia locale di gran parte dell'autorità fino ad allora esercitata sul popolo e quindi inimicandosela.
    Questa situazione avrebbe favorito la rivolta di Arminio.
    Si uccise dopo l'annientamento delle sue legioni da parte di Arminio nella Selva di Teutoburgo.
    Velleio fornisce un ritratto di Quintilio Varo: lo definisce di indole mite e di abitudini tranquille non insensibile alla ricchezza come aveva dimostrato quando era stato governatore della Siria.



    Riferimenti letteratura:
  • Velleio Patercolo - Storia romana
  • Dione Cassio - Storia romana
  • Tacito - Annali
  • Svetonio - Vite dei Cesari
  • Giuseppe Flavio - Antichità Giudaiche
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare


    Vedi anche:
  • Cronologia dei magistrati romani
  • Governatori romani della Siria



  • Indice sezione