Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Attila



400-453
Re degli Unni dal 434, tentò di raggiungere l'unificazione dei domini unni, conquistò gran parte dell'Europa Orientale.
Nel 436 si alleò con il generale romano Ezio insieme al quale sconfisse i Burgundi.
Attaccando l'Impero romano d'Oriente devastò la Tracia e la Grecia, imponendo tributi all'imperatore Teodosio II (441 - 447 ).
Nel 451 tentò di invadere la Gallia, ma fu battuto ai Campi Catalaunici e nel 452 si ritirò in Pannonia. Poco dopo invase l'Italia settentrionale distruggendo Aquileia e Padova, ma non osò attaccare Roma, si dice grazie all'intervento del papa Leone del quale, evidentemente, egli riconosceva l'autorità e ritornò a nord delle Alpi. Più probabilmente la decisione di non procedere in Italia fu dovuta ad una pestilenza e alle cattive condizioni in cui versavano le sue truppe dopo un lungo periodo ininterrotto di combattimenti e di marce.
Attila morì in Pannonia nel 453 in circostanze mai chiarite, dopo la sua morte i domini unni si disgregarono rapidamente.
Nei poemi nibelungici è ricordato come Etzel, nella tradizione scandinava come Atli.
In ambiente latino gli fu assegnato l'appellativo di 'flagello di Dio'.


Riferimenti letteratura:
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare
  • Giuseppe Cappelletti - Storia della Repubblica di Venezia dal suo principio sino al suo fine



  • Indice sezione