Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Ergino



Argonauta, figlio di Climeno. Velocissimo nella corsa. Sull'isola di Lemno partecipò alla gara di corsa in armi nei giochi funebri indetti dalla regina Ipsipile in onore di suo padre Toante (unico superstite della strage degli uomini operata dalle donne dell'isola). Sebbene venisse dileggiato dalle donne a causa della sua canizie precoce, Ergino vinse la corsa battendo anche i velocissimi Zete e Calai, figli di Borea
L'episodio è ricordato anche da Pindaro nella sesta Olimpica.

Diodoro Siculo racconta che Ergino, per vendicare la morte di Climeno ucciso dai Tebani fece guerra a Tebe ed impose il pagamento di un tributo annuo di cento capi di bestiame. I Tebani furono liberati dal tributo grazie a Eracle che sconfisse Ergino ed impose alla sua gente un tributo doppio.

In alcune versioni Ergino è padre di Trofonio e di Agamede.


Riferimenti letterari:
  • Pindaro - Olimpiche
  • Apollonio Rodio - Argonautiche
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Igino - Fabulae
  • Pseudo-Apollodoro - Biblioteca



  • Indice sezione