Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Tiberio Claudio Nerone
  • Livia Drusilla
    Famiglia: Gens Claudia
    Fratelli e sorelle:
  • Claudio Nerone Druso Germanico
    Matrimoni - Unioni:
  • Vipsania Agrippina
  • Giulia Maggiore

  • Figli:
  • Druso Minore
  • Tiberio Claudio Nerone imperatore



    Figlio di Tiberio Claudio Nerone e di Livia Drusilla nacque a Roma il 16 novembre 42 a.C.
    Per volontà del patrigno Augusto nel 12 a.C. sposò Giulia, figlia di lui, ma poi spinto dalla condotta immorale della moglie e dall'ostilità dell'imperatore si ritirò in esilio a Rodi.
    Di qui Augusto lo richiamò a Roma quando, morto il nipote Gaio Cesare, Tiberio era l'unico erede alla successione.
    Tiberius Capri Louvre Ma1248
    Statua di Tiberio (Parigi, Louvre)

    Figlio adottivo di Augusto nel 4 d.C., pacificatore della Germania, della Pannonia e dell'Illirico divenne imperatore nel 14 d.C.
    Aristocratico e conservatore consolidò l'amministrazione imperiale in confronto alla senatoria, restaurò le finanze e assicurò la sicurezza ai confini del Reno e in Armenia.
    Ritiratosi a Capri nel 27 d.C. subì l'influenza del prefetto Seiano che gli suggeriva ostilità contro i membri superstititi della famiglia di Germanico finchè Seiano stesso non fu condannato a morte da Tiberio.
    Le opere pubbliche promosse da Tiberio a Roma furono abbastanza contenute. Confermò il Palatino come residenza imperiale seguendo la scelta di Augusto. Costruì il tempio del divo Augusto al Velabro. Incentivò la ricostruzione degli edifici del Celio devastati da un incendio nel 27 d.C.. Costruì la Caserma dei Pretoriani, la prima in Roma, Castra Praetoria, con la nuova tecnica del calcestruzzo.



    Cronologia dei principali eventi della vita di Tiberio
    42 a.C. - Nasce a Roma da Tiberio Claudio Nerone e Livia Drusilla
    23 a.C. - Viene nominato questore dell'annona
    20 a.C. - Missione in Armenia, insedia sul trono Tigrane III
    16 a.C. - Ottiene la pretura. Accompagna Augusto in Gallia.
    15 a.C. - Partecipa alla guerra contro Reti e Vindelici
    13 a.C. - consolato con Publio Quintilio Varo
    12 a.C. - Campagna in Pannonia
    11 a.C. - Campagna in Dalmazia
    7 a.C. - Celebra il trionfo e ricopre il consolato con Cneo Calpurnio Pisone
    6 a.C. - Ottiene la tribunicia potestas per cinque anni ma poco dopo si ritira a Rodi
    2 d.C. - Torna a Roma richiamato da Augusto
    4 d.C. - Augusto conferma a Tiberio la potestà tribunizia e lo adotta, Tiberio adotta Agrippa Postumo e Germanico
    5 d.C. - Inviato in Germani sottomette Cannefati, Attuari, Brutteri, Cherusci e Longobardi
    6 d.C. - Tratta la pace in Boemia con Maroboduo re dei Marcomanni, sconfigge i Pannoni e cattura il loro capo Batone
    7 d.C. - E' raggiunto in Pannonia da Germanico con i rinforzi inviati da Augusto
    8 d.C. - Tratta la pace in Pannonia
    9 d.C. - Nuova rivolta in Pannonia, i ribelli si arrendono davanti a Tiberio e Germanico intervenuti insieme. Trionfo di Tiberio
    10 d.C. - Spedizione di Tiberio e Germanico in Gallia
    11 d.C. - Spedizione di Tiberio e Germanico in Germania. Tiberio associato al governo da Augusto
    12 d.C. - Tiberio rientra a Roma, celebra il trionfo e dedica il Tempio della Concordia
    14 d.C. - Muore Augusto, Tiberio e Livia eliminano Agrippa Postumo prima di divulgare la notizia della morte dell'imperatore. Tiberio nominato imperatore.
    15 d.C. - Tiberio assume la carica di Pontefice Massimo
    16 d.C. - Tiberio richiama Germanico a Roma con il pretesto del trionfo perché geloso dei suoi successi in Germania
    17 d.C. - Tiberio convoca a Roma con un pretesto Archelao di Cappadocia, Archelao muore a Roma per cause non note e la Cappadocia diviene provincia romana. Tiberio nomina Gneo Calpurnio Pisone governatore della Siria
    18 d.C. - Ricopre il consolato insieme a Germanico
    21 d.C. - Ricopre il consolato insieme al figlio Druso. Si trasferisce temporaneamente in Campania
    22 d.C. - Chiede la potestà tribunizia per il figlio
    23 d.C. - Caccia i commedianti da Roma
    26 d.C. - Si ritira in Campania con pochi cortigiani fra cui Seiano e Cocceio Nerva
    27 d.C. - Si stabilisce a Capri
    28 d.C. - Tiberio fa sposare Agrippina Minore con Gneo Domizio Enobarbo, ne nascerà Nerone
    29 d.C. - Muore Livia Drusilla. Agrippina Maggiore confinata a Pandataria
    30 d.C. - Tiberio fa arrestare Asinio Gallo che aveva sposato la sua prima moglie Vipsania e lo lascia languire in prigione fino alla morte
    31 d.C. - Ricopre il consolato con Seiano. Tiberio revoca a Seiano la carica di prefetto del pretorio e lo allontana da se mandandolo a Roma, Seiano viene processato e giustiziato il 18 maggio dello stesso anno
    32 d.C. - Tiberio lascia Capri e trona nel Lazio ma non entra a Roma, dopo un breve soggiorno fa rientro nell'isola
    33 d.C. - Agrippina e suo figlio Druso lasciati morire di fame. Gaio Caligola, unico figlio superstite di Germanico, sposa Claudilla
    35 d.C. - Tiberio interviene in Partia inviando truppe comandate da Lucio Vitellio contro Artabano
    37 d.C. - Tiberio si trattiene per alcuni mesi nei dintorni di Roma quindi riparte per Capri, si ammala durante il viaggio e vede fermarsi al Castello di Lucullo. Il 16 marzo Tiberio ha un grave malore e si riprende ma poi muore forse soffocato da Macrone.



    Riferimenti letteratura:
  • Svetonio - Vite dei Cesari
  • Tacito - Annali
  • Dione Cassio - Storia romana
  • Velleio Patercolo - Storia Romana
  • Giuseppe Flavio - Antichità Giudaiche
  • Flavio Eutropio - Compendio della Storia di Roma
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare


    Vedi anche:
  • Cronologia degli Imperatori Romani
  • Cronologia dei magistrati romani




  • Indice sezione