Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Artemidoro di Cnido



Sofista originario di Cnido in Anatolia, viveva a Roma dove insegnava lingua, letteratura e filosofia greche.
Intimo amico di Giulio Cesare che in suo onore dopo la vittoria di Farsalo dichiarò libera la città di Cnido.
Sembra che nel 44 a.C. Artemidoro scoprì la congiura e tentò inutilmente di avvertire Cesare; secondo Plutarco poco prima di essere ucciso Cesare ricevette dalle mani di Artemidoro un libello che denunciava e documentava il complotto ma trovandosi fra la folla mentre si recava in Senato rimandò la lettura ad un momento più tranquillo.


Riferimenti letteratura:
  • Plutarco - Alessandro e Cesare
  • William Shakespeare - Giulio Cesare




  • Indice sezione