Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Lega Latina



La lega latina era l'aspetto politico e militare della comunità religiosa che si riuniva annualmente sul Monte Cavo per celebrare il culto di Giove Latiaris.
Fra le città aderenti erano Aricia, Cora, Pomezia, Lanuvio, Ardea, Tivoli.
La sua costituzione risale probabilmente ad epoca anteriore al dominio dei Tarquini in Roma. La tradizione parla di trenta città.
Sembra accertato che le comunità latine preromane costrituissero una federazione raccolta intorno al culto di Iuppiter Latiaris già in tempi molto antichi ed è probabile che la città di Albalonga svolgesse un ruolo di preminenza all'interno della federazione stessa. E' tuttavia discusso che la lega rivestisse un valore politico, infatti la vittoria di Roma su Albalonga non portò di fatto alla sottomissione delle altre città federate.
Secondo Dionigi di Alicarnasso le città federate nel VI secolo erano almeno quarantasette, Plinio parla di trentuno, ma in una lista tramandata da Prisciano, che parla degli ultimi anni del VI secolo a.C. si elencano solo otto membri.
Si spiega il fenomeno con l'ipotesi di una sempre maggiore concentrazione dei 'popoli' latini in abitati di crescente importanza, nonchè con la progressiva trasformazione della lega da federazione religiosa, con centro sul Monte Cavo, a lega politica.

Elenco dei popoli latini confederati secondo Dionisio di Alicarnasso (5,61):
- Ardeati
- Aricini
- Bovillani
- Bubentani (ubicazione sconosciuta)
- Corani
- Carventani (ubicazione sconosciuta)
- Coriolani
- Corbinti
- Cabani o Cabensi
- Fortini (ubicazione sconosciuta)
- Gabini
- Laurentini
- Lanuvini
- Lavinati
- Labicani
- Nomentani
- Norbani
- Prenestini
- Pedani
- Querquetulani (ubicazione sconosciuta)
- Satricani
- Scaptini
- Setini
- Tiburtini
- Tusculani
- Telleni (ubicazione sconosciuta)
- Tolerini (ubicazione sconosciuta)
- Veliterni




Riferimenti letteratura:
  • Theodor Mommsen - Storia di Roma Antica



  • Indice sezione