Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 
Matrimoni - Unioni:
  • Eleonora d'Alburquerque
    Figli:
  • Alfonso V
  • Giovanni II
  • Maria di Trastamara
  • Ferdinando I di Trastamara re d'Aragona e di Sicilia



    Museo antequera
    Museo di Antequera
    e statua equestre di Ferdinando I
    Di Esther Hidalgo (Opera propria) [Public domain],
    attraverso Wikimedia Commons
    Ferdinando I di Trastamara, secondogenito di Giovanni I di Trastamara re di Castiglia e Leon e di Eleonora d'Aragona, nacque a Medina del Campo il 2 novembre 1380.
    Nel 1386 ebbe dal padre i titoli di duca di Peñafiel, conte di Mayorca e signore di Lara e Guascogna insieme a un cospicuo appannaggio.
    Nel 1390 il fratello maggiore Enrico successe al padre sul trono di Castiglia e Leon come Enrico III.
    Nel 1393 fu celebrato a Madrid il matrimonio fra Ferdinando ed Eleonora d'Alburquerque la cui dote era costituita da numerosi feudi. Quando il fratello Enrico III morì nel 1406, Ferdinando ebbe la reggenza della parte meridionale del regno in nome del nipote Giovanni II che aveva circa un anno mentre il regno settentrionale fu governato dalla vedova Caterina di Lancaster.
    Negli anni della sua reggenza Ferdinando combattè contro il regno di Granada guadagnandosi il soprannome di el Antequera dal nome di una fortezza valorosamente conquistata.
    Nel 1410 la morte di Martino il Vecchio aprì le lotte di successione alle corone di Aragona e di Sicilia, lotte che si conclusero con il compromesso di Caspe nel 1412 con il quale i parlamenti di Valencia, Catalogna e Aragona assegnarono il trono a Ferdinando la cui madre Eleonora era sorella di Martino.
    Il 28 giugno 1412 Ferdinando fu dichiarato re di Aragona e il 21 novembre dello stesso anno ricevette la corona di Sicilia e di Sardegna dalle mani dell'antipapa Benedetto XIII, suo sostenitore. Nel 1413 Ferdinando sconfisse Giacomo II di Urgell, l'unico pretendente al trono che non aveva accettato il compromesso di Caspe, e gli concesse di vivere in confino.
    Ferdinando mantenne la reggenza della Castiglia, il regno di Sicilia fu governato da Bianca di Navarra fino al 1415 quando passò sotto la reggenza di Alfonso primogenito di Ferdinando.
    Nel 1416 Ferdinando ritirò l'obbedienza a Benedetto XIII, che pure lo aveva sostenuto, non essendo riuscito a convincerlo a dimettersi come avevano fatto i rivali Giovanni XXIII e Gregorio XII per risolvere il grande scisma.
    Benedetto XIII reagì ritirandosi nel castello di Peniscola appartenente alla sua famiglia dove resistette fino alla morte, nel 1423.
    Ferdinando governò con moderazione nonostante le difficoltà create dalle tendenze indipendentiste in Catalogna, Sicilia e Sardegna, ma a causa della sua instabile salute il suo regno fu di breve durata, morì infatti di malattia a Igualada, in Catalogna, il 2 aprile 1416.
    Dalla moglie Eleonora d'Albuquerque aveva avuto sette figli: Alfonso, Maria, Giovanni, Enrico, Eleonora, Pietro, Sancho.


    Indice sezione