4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Cherusci



Tribù dei Germani occidentali, stanziata nella Valle del Reno nei pressi dell'attuale città di Hannover e lungo le sponde del fiume Weser.
In posizione preminente sulle altre popolazioni affini a causa della loro bellicosità, i Cherusci nonostante le sconfitte subite a opera di Druso fra il 12 a.C. e il 9 a.C. e di Tiberio nel 4 d.C., furono in prima fila nella rivolta del 9 d.C. capeggiata da Arminio che portò alla disfatta di Varo nella Selva di Teutoburgo.
Nel 14 Germanico, per vendicare le legioni di Varo e per riaffermare il dominio romano sulla regione, intraprese una campagna che durò fino al 16 d.C. e si concluse con due importanti ma non definitive vittorie dei Romani.
Successivamente i Cherusci di Arminio combatterono contro i Marcomanni guidati dal re Maroboduo, Arminio vinse questa guerra ma poco dopo venne ucciso dai suoi stessi parenti.
Dopo la morte di Arminio l'importanza dei Cherusci nel panorama germanico decadde rapidamente e secondo Tacito la lunga pace che seguì privò la popolazione del suo spirito guerriero e delle sue risorse militari.
Intorno all'83 d.C. il loro re Cariomero venne cacciato dal suo regno dai Catti, raccolse un esercito e si rivolse a Domiziano divenendone cliente e chiedendo rinforzi ma ebbe soltanto aiuti finanziari e non riuscì a riprendere stabilmente il trono. Da allora non compaiono in eventi storici rilevanti e sembra che nel terzo secolo si fusero con i Sassoni.


Riferimenti letteratura:
  • Tacito - Annali
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Dione Cassio - Storia romana
  • Giovanni Xifilino - Compendio di Dione Cassio
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare



  • Indice sezione