4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Posidonio



Nacque ad Apamea (Siria) fra il 130 a.C. ed il 140 a.C.
Ad Atene fu discepolo di Panezio. Nell'86 a.C. fu ambasciatore di Rodi a Roma.
Famosa la sua scuola di Rodi, che ebbe fra i suoi allievi anche Pompeo e Cicerone. Morì novantenne.
Seguace dello stoicismo mediano, scrisse molte opere di erudizione, filosofia, storia, geografia e scienze naturali di cui abbiamo scarsi frammenti. Si occupò anche di magia e di misticismo.
Macrobio (Sat. 23,7) cita un suo trattato intitolato Sugli eroi e i demoni.
Strabone spesso polemizza sull'accuratezza delle opere geografiche di Posidonio.
Plinio il Vecchio lo utilizza più volte come fonte e racconta di come nel 61 a.C. Pompeo gli rese omaggio nella sua casa di Rodi.
Agostino di Ippona (Città di Dio, V, 2) confuta le teorie astrologiche di Posidonio che leggeva in un trattato di Cicerone per noi perduto.


Riferimenti letteratura:
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Plutarco - Demostene e Cicerone
  • Gaio Giulio Solino - Delle cose meravigliose del mondo
  • Macrobio - Saturnali
  • Agostino di Ippona - La città di Dio



  • Indice sezione