Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Remo



Nella mitologia romana, Romolo e Remo sono considerati fondatori di Roma.
Livio ed Eutropio li vogliono figli di Marte e di Rea Silvia, una vergine vestale figlia di Numitore, re di Albalonga, cui il fratello Amulio aveva usurpato il trono.
Subito dopo la nascita i due gemelli furono abbandonati in una cesta alle acque del Tevere per ordine di Amulio, quindi salvati da una lupa che li allattò fino a quando il pastore Faustolo e la moglie Acca Larenzia li trovarono e li allevarono.
Plutarco afferma che vennero nutriti anche da un picchio, uccello sacro a Marte.
Cresciuti, i due gemelli restaurarono il regno di Numitore e fondarono Roma.
Un presagio aveva indicato in Romolo il vero fondatore della città e questi uccise Remo sul colle Palatino, divenendo il primo dei sette re di Roma.


Riferimenti letterari:
  • Tito Livio - Storia di Roma
  • Virgilio - Eneide
  • Ovidio - Fasti
  • Cicerone - La Repubblica
  • Dionisio di Alicarnasso - Antichità romane
  • Igino - Fabulae
  • Aulo Gellio - Notti Attiche
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Plutarco - Vite di Teseo e Romolo



  • Indice sezione