4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Guillaume Apollinaire



Roma 1880 - Parigi 1918.
Critico d'arte e poeta, esercitò notevole influenza sull'avanguardia francese del primo Novecento.
Si legò a diversi movimenti dell'epoca quali il Cubismo ed il Futurismo, gli si attribuisce il conio dei termini Orfismo e Surrealismo.
Figlio di un'aristocratica polacca e di un ufficiale italiano, il suo vero nome era Wilhelm Apollinaris de Kostrowitzki.
Crebbe e studiò a Montecarlo, quindi si trasferì a Parigi. Negli anni 1901 e 1902 lavorò come tutore in Renania dove ebbe un amore infelice con una governante di nome Annie Playden.
Tornato a Parigi pubblicò articoli di critica d'arte e poesie su riviste letterarie.
I suoi legami con molti pittori, fra i quali Braque, Dufy, Picasso e Henry Russeau lo indussero a scrivere il libro "Pittori cubisti, meditazioni estetiche" che gli valse fama internazionale (1913).
Nel 1913 pubblicò la raccolta di poesie Alcools di cui fanno parte le sue migliori composizioni fra cui Zone e La chanson du mal-aime.
Nel 1918 pubblicò Calligrammi in cui la disposizione grafica delle parole riflette l'argomento trattato.
Tra le opere in prosa il celebre Poeta assassinato (1916) ed alcuni drammi surrealisti fra i quali La mammelle di Tiresia.
Apollinaire si arruolò volontario nell'esercito francese durante la prima guerra mondiale e fu ferito alla testa. Non essendosi mai del tutto ristabilito si ammalò di spagnola e morì appena prima dell'armistizio.


Indice sezione