Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Innocenzo II papa



Gregorio Papareschi. Divenne cardinale intorno al 1116 e nel 1122 fu uno dei firmatari del concordato di Worms.
Quando morì Onorio II (14 febbraio 1130) venne eletto papa con l'appoggio della famiglia Frangipane e dei cardinali riformisti della Curia Romana mentre la corrente conservatrice eleggeva Pietro Pierleoni, membro di un'altra potente famiglia, che prendeva il nome di Anacleto II.
Con l'aiuto del normanno Ruggero II, Anacleto II riuscì a prendere il controllo di Roma e dell'Italia Centrale mentre Innocenzo II fu costretto a fuggire in Francia.
Di qui, con il valido aiuto di Bernardo di Chiaravalle, Innocenzo svolse una propaganda politica che gli valse l'appoggio del re di Francia Luigi VI e del re di Germania Lotario.
Con Lotario, che in quell'occasione si fece incoronare imperatore, Innocenzo II rientrò brevemente a Roma nel 1133.
Visse a Pisa dal 1134 al 1137. Nel 1138, morto Anacleto II, Bernardo riuscì a convincere Vittore IV, il nuovo antipapa, a deporre la tiara e riconoscere Innocenzo come unico e legittimo pontefice.
Nel 1139 il Concilio Lateranense metteva ufficialmente termine allo scisma. Successivamente Innocenzo II promosse una campagna contro Ruggero II che era stato incoronato re di Sicilia, tuttavia fu sconfitto, catturato e costretto a riconoscere legittima l'incoronazione di Ruggero.
Condannò Abelardo ed Arnaldo da Brescia.

Morì nel 1143, gli successe Celestino II.


Vedi anche:
  • Cronologia dei Papi ed Antipapi


    Riferimenti letteratura:
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare



  • Indice sezione