4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Pandaro



Figlio di Licaone, comandante del contingente degli alleati di Troia proveniente dalla Licia. Straordinario arciere, allievo di Apollo.
Nel quarto canto dell'Iliade Atena, celata sotto un travestimento, lo convince a colpire Menelao per rompere una tregua come desidera Era, quindi la stessa dea devia la freccia in modo che procuri a Menelao soltanto una lieve ferita.
Nel quinto canto Pandaro riesce a ferire Diomede e se ne vanta con Enea ma poco dopo Diomede, miracolosamente già guarito per intervento di Atena, lo affronta e lo uccide.

Nel poemetto Filostrato di Boccaccio, Pandaro è amico del protagonista Troiolo (Troilo) e lo aiuta a conquistare la bella Criseida (Criseide) che in quell'opera è sua cugina.
In Troilo e Cressida di Shakespeare è zio e non cugino della protagonista e, mentre il personaggio boccaccesco è un amico fedele e disinteressato, in questa commedia è un ruffiano certamente non occasionale, anzi definisce se stesso "mercante di carne bianca".


Riferimenti letteratura:
  • Iliade
  • Pseudo-Apollodoro - Biblioteca
  • Darete Frigio - Storia della rovina di Troia
  • Ditti Cretese - Storia della guerra troiana
  • Igino - Fabulae
  • Strabone - Geografia
  • Boccaccio - Filostrato
  • William Shakespeare - Troilo e Cressida




  • Indice sezione