Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Danao



Nipote di Libia, figlio di Belo e fratello di Egitto, con il quale divise il regno paterno, divenendo re di Argo.
Danao aveva cinquanta figlie (le Danaidi), Egitto aveva cinquanta figli (gli Egizi). Egitto, aspirando a detenere da solo l'intero regno paterno, tramò contro Danao. Danao fuggì dall'Africa per sottrarsi alla guerra civile, approdato in Grecia fondò l'acropoli di Argo ed insegnò agli abitanti a scavare pozzi. I figli di Egitto lo raggiunsero e pretesero le cugine come spose. Danao acconsentì ma ordinò alle sue figlie di uccidere i mariti nel sonno. Solo Ipermnestra risparmiò il marito Linceo che divenne re di Argo dopo Danao. Le Danaidi, ad eccezione di Ipermnestra, sono punite negli Inferi dove devono eternamente attingere acqua con vasi forati.
Il tempio di Apollo Palatino, consacrato da Augusto, era ornato nel portico anteriore con statue delle Danaidi.
Diodoro Siculo lo considera fondatore di Argo.

Nota: Nelle Dionisiache di Nonno di Panopoli la genealogia di questa stirpe viene descritta diversamente: da Posidone e Libia nasce il solo Belo che genera cinque figli: Fineo, Fenice, Agenore, Egitto e Danao.


Riferimenti letteratura:
  • Pindaro - Pitiche
  • Eschilo - Supplici
  • Igino - Fabulae
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Pseudo-Apollodoro - Biblioteca
  • Nonno di Panopoli - Dionisiache



  • Indice sezione