4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Bergamo



Principali eventi storici
Anno 401 : Bergamo distrutta dai Goti di Alarico
Anno 450 : Bergamo attaccata dagli Unni di Attila
Anno 476 : Odoacre occupa Bergamo
Anno 489 : Teodorico sconfigge Odoacre e difende Bergamo
Anno 536 : Guerra gotica: riscossa bizantina e ricostruzione della città
Anno 569 : Arrivo dei Longobardi: il loro re Alboino trova la città spopolata. Successiva graduale fusione fra i Longobardi e le popolazioni precedenti. Calma relativa sotto il governo della regina Teodolinda.
Anno 833 : Visita Bergamo Carlo il Grosso, imperatore del sacro romano impero che comprende quasi tutta l'Italia settentrionale
Anno 894 : Arnolfo di Carinzia imprigiona il vescovo Adalberto
Anno 904 : Berengario, re di Italia, affida al vescovo Adalberto la giurisdizione dalla città , da questo momento i vescovi soppiantano i conti nel governo
Anno 1128 : Inizio delle ostilità fra Bergamo e Brescia
Anno 1165 : Bergamo si ribella a Federico I Barbarossa. Nonostante la tradizione filoimperiale dei vescovi di Bergamo, il popolo si ribella all'imperatore e si unisce ai Veronesi, promotori della prima guerra antiimperiale.
Anno 1183 : Bergamo riprende la politica filoimperiale
Anno 1184 : Federico II è ricevuto a Bergamo
Anno 1206 : Inizio dei dissidi fra guelfi e ghibellini, lotte fra le casate Rivola e Suardi
Anno 1230 : Istituzione della società del popolo che segna l'inizio di un regime comunale più democratico. L'elezione dei consoli per estrazione a sorte diventa una consuetudine
Anno 1264 : Filippo della Torre è il primo potestà di Bergamo
Anno 1295 : Nell'ambito della guerra fra guelfi e ghibellini i Suardi con l'aiuto dei Visconti riescono a scacciare i Colleoni, ma questo non metterà fine alla guerra che infurierà ancora a lungo a Bergamo.
Anno 1331 : Costruzione della rocca. Il re Giovanni di Boemia, chiamato come paciere, impone a Bergamo una effimera pace, ma cessano anche i diritti e le libertà comunali
Anno 1332 : Inizia la dominazione viscontea con Azzove Visconti, durerà circa settanta anni con tasse durissime, miseria, oppressioni e feroci repressioni
Anno 1335 : Bernabò Visconti completa la fortificazione di San Vigilio costruendo la Firma Fides, o cittadella.
Anno 1407 : I Malatesta conquistano Bergamo
Anno 1409 : Riscossa ghibellina: Filippo Maria Visconti rièprende la città
Anno 1419 : San Bernardino predica la pace a Bergamo
Anno 1426 : Le valli bergamasche guelfe si offrono a Venezia
Anno 1428 : Bergamo si sottomette alla Serenissima
Anno 1437 : Filippo Maria Visconti assale Bergamo.

Bartolomeo Colleoni, al soldo della repubblica Veneta, libera Bergamo
Anno 1651 : Inizio fortificazioni della città alta
Anno 1630 : La peste miete 10.000 vittime a Bergamo
Anno 1797 : Le truppe francesi rivoluzionarie entrano a Bergamo
Anno 1797 : Nasce la repubblica bergamasca, breve illusione di libertà , è la fine della lunga dominazione veneta. Con il trattato di Campoformido del 17 ottobre inizia la dominazione francese.
Anno 1805 : Bergamo fa parte del regno di Italia Napoleonico
:
Anno 1814 : Bergamo passa sotto la dominazione austriaca
Anno 1848 : Bergamo invia aiuti a Milano contro l'Austria
Anno 1859 : Garibaldi, alla testa dei cacciatori delle Alpi, entra trionfalmente a Bergamo dalla porta San Lorenzo. E' la liberazione dalla dominazione straniera.
Anno 1860 : Partono 178 bergamaschi fra i Mille di Garibaldi, sarebbero stati molti di più senza l'opera di dissuasione dei parroci delle valli, addirittura quelli della valle Imagna fermarono i patrioti sul ponte di Almenno a schioppettate.

MUSEI

Museo Donizettiano: Nel Palazzo della Misericordia Maggiore, sede dell'Istituto Musicale, dal 1903. Vi sono esposti manoscritti autografi, pubblicazioni musicali e teatrali, lettere, documenti, ritratti e cimeli appartenuti a G. Donizetti.

Casa natale di G. Donizetti: Si compone di una serie di stanze restaurate fedelmente che propongono un ambiente tipico bergamasco nel Borgo Canale, così come si presentava fra la fine del 1700 e l'inizio del 1800

Museo diocesano di arte sacra : Il Museo ha sede nel palazzo cinquecentesco detto dell'Arciprete. Il materiale esposto, quadri, oggetti e paramenti sacri, proviene dalla raccolta dell'arcivescovo Monsignor Adriano Bernareggi e da successive donazioni.

LA TORRE CIVICA

Alta 52,10 m. la Torre Civica domina il centro della città antica. Fu costruita nel secolo XII dalla consorteria Suardi-Colleoni come casa-torre: una vera e propria fortezza con la quale la nobiltà bergamasca caratterizzò, anche visivamente, il proprio prestigio. Delle circa quaranta torri presenti nella città alta nei secoli XII e XIII solo tre consrvano i loro caratteri originali: la Torre Civica, la Torre di Gombito e la Torre di Adalberto. Nel periodo comunale ( 1098 - 1331) la Torre Civica, tolta ai Suardi, divenne simbolo del Libero Comune. Vi si installarono le campane che segnavano l'apertura e la chiusura delle porte cittadine, l'inizio delle principali funzioni religiose e civili, ecc. Nel piede della Torre, invece, venivano rinchiusi i condannati. Nel 1486 e nel 1681 la cima della torre si incendiò con gravi conseguenze, forse a causa dei fuochi di artificio che vi si realizzavano in occasione delle feste. La Torre viene chiamata anche Campanone dal nome della campana più grande che fu installata nel 1658 e cha ancora oggi, tutte le sere alle ventidue batte oltre cento rintocchi.



Indice sezione