Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Ieronimo o Geronimo



Nipote di Gerone II di Siracusa ereditò il potere alla morte di questi nel 215 a.C. quando era appena quindicenne.
Livio dice che si dimostrò subito arrogante ed altezzoso adottando costumi lussuosi che il nonno non aveva mai usato.
Informato di una congiura contro di lui fece torturare l'unico congiurato noto per avere i nomi dei complici ma questi ingannò i carnefici fornendo nomi falsi fra i quali quello di Trasone, uno dei tutori di Geronimo, che venne subito giustiziato.
Trasone era a Siracusa l'ultimo fautore dell'alleanza con i Romani, alla sua morte Geronimo aprì trattative di pace ed alleanza con Annibale ma, prima di poterle concludere fu ucciso dai congiurati nel 214 a.C.
Dopo la morte di Geronimo si verificarono disordini ed i suoi consiglieri Adranodoro e Temisto tentarono di prendere il potere ma furono a loro volta giustiziati.


Riferimenti letteratura:
  • Livio - Storia di Roma


    Vedi anche:
  • Storia greca - Tirannidi




  • Indice sezione