4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Eracle
  • Astioche
    Fratelli e sorelle:
  • Telefo
  • Illo
  • Terimaco
  • Ofite
  • Tessalo
  • Leucite
  • Creontiade
  • Deicoonte
  • Lamo
  • Antioco
  • Ctesippo
  • Gleno
  • Oncite
  • Egeleone
  • Tlepolemo



    Figlio di Eracle e di Astioche, uccise Licimnio, anziano zio del padre e fuggì in mare per scampare la vendetta dei parenti o per ordine di un oracolo e colonizzò l'isola di Rodi.
    Compare nel secondo canto dell'Iliade come comandante delle truppe di Rodi e nel quinto canto sfida il capo dei Lici Sarpedonte. Nel duello Tlepolemo muore ma ferisce gravemente l'avversario.
    Igino lo cita anche fra i pretendenti di Elena.
    Secondo Pindaro (Olimpica VII) era figlio di Astidamia (figlia di Amintore) invece che di Astioche e partì in base al consiglio di un oracolo.
    Pausania (II, XXII) parla del sepolcro di Licimnio in Argo sulla via del Ginnasio Cilarabe. Ancora Pausania (III, XIX) cita Tlepolemo a proposito della tradizione rodia sulla morte di Elena: Polisso, moglie di Tlepolemo, era fuggita a Rodi con il marito. Dopo la guerra di Troia, considerandola responsabile della morte di Tlepolemo, aveva invitato Elena a Rodi e qui l'aveva fatta catturare e impiccare ad un albero dalle sue serve travestite da Erinni. I Rodii ricordavano l'evento con un tempio a Elena Dendritide (Dendron = Albero).



    Riferimenti letteratura:
  • Iliade
  • Pindaro - Olimpiche
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Strabone - Geografia
  • Pausania - Descrizione della Grecia
  • Licofrone - Alessandra
  • Igino - Fabulae
  • Ditti Cretese - Storia della guerra troiana



  • Indice sezione