4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Anassagora di Clazomene



Figlio di Egesibulo, nacque a Clazomene fra il 500 a.C. ed il 497 a.C.

Fu discepolo di Diogene di Apollonia.

A venti anni si trasferì ad Atene ove fondò una scuola di filosofia. Ebbe come discepoli Euripide ed Archelao.

Fu maestro di Pericle. Dopo trent'anni di permanenza ad Atene fu accusato di simpatizzare per i Persiani dai nemici di Pericle e condannato a morte. Pericle, non potendolo difendere pubblicamente, lo fece fuggire da Atene. Pare che, tornato in Atene, sia stato processato una seconda volta per eresia, assolto non sopportò l'umiliazione e si lasciò morire.

Per Anassagora le sostanze sono infinite (per numero e qualità) e sono dette omomerie.
In astronomia scoprì la causa esatta delle fasi della luna e delle eclissi, comprendendo che la luna riflette la luce solare.
Dante lo colloca nel Limbo fra gli Spiriti Magni (Inf. IV, 137).


Riferimenti letteratura:
  • Diogene Laerzio - Vite dei filosofi
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Plutarco - Temistocle e Camillo
  • Plutarco - Vite di Pericle e Fabio Massimo
  • Divina Commedia - Inferno



  • Indice sezione