4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Origene



Circa 185 - 254

Nacque probabilmente ad Alessandria. Cristiano, fu autore di numerosissime opere di critica biblica, di esegesi, ecc.
Ci resta un trattato Contro Celso, difesa del cristianesimo contro il paganesimo.
Ancora giovane diresse ad Alessandria la scuola Catechetica. Ordinato sarcedote a Cesarea nel 230, aggiunse all'insegnamento la predicazione.
Già discepolo del neoplatonico Ammonio Sacca, dette una soluzione di chiara derivazione platonica ai massimi problemi della teologia cristiana.
Fecondissimo scrittore restaurò il testo biblico dei Settanta, commentò quasi tutta la Bibbia con assoluta prevalenza di indirizzo allegorico-spiritualista contro il letteralismo, compose opere apologetiche contro il paganesimo, teologiche, lettere, omelie.
Fu il principale fondatore della teologia cristiana.
L' Operazione di Origene è l'autoevirazione con allusione alla mutilazione volontaria che Origene compì all'inizio del suo insegnamento.


Controversia Origenista

(393-7). I più importanti sostenitori della dottina origenista furono Rufino, il vescovo Giovanni di Gerusalemme e Palladio.
La dottrina trattava dell'anima e della risurrezione. Origene sosteneva che tutti gli spiriti erano creati uguali ma con il libero arbitri si sviluppavano in ordine gerarchico; alcuni peccavano e divenivano demoni o anime prigioniere nei corpi. La morte non decideva il destino dell'anima, che poteva diventare angelo o demone. Questa fluttuazione avrebbe avuto fine solo con la Apocrastasis finale quando tutte le creature moralmente libere sarebbero state salvate.
Origene affermava che a risorgere sarebbe stato un corpo spirituale etereo, e basandosi su I Ep. Cor 15,44 di San Paolo, concludeva che Corpus non è caro (carne).
La discussione di questa teoria si concentrava sull'età in cui i corpi sarebbero risorti e quale sesso avrebbero avuto. Contro Origene San Girolamo scrisse il Contra Iohannem Hierosolytanum.


Riferimenti letteratura:
  • Eusebio di Cesarea - Storia Ecclesiastica



  • Indice sezione