4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Ugo il Grande
  • Edvige
    Famiglia: Dinastia dei Capetingi
    Fratelli e sorelle:
  • Emma
    Figli:
  • Roberto II il Pio
  • Ugo Capeto



    Figlio di Ugo il Grande e di Edvige di Sassonia (sorella di Ottone I) nacque fra il 938 ed il 940.
    Conte di Parigi e di Orleans, duca dei Franchi dal 965, alleato della famiglia imperiale degli Ottoni, ereditò dal padre vasti feudi ed enormi ricchezze divenendo uno dei più potenti nobili francesi. Alla morte di Luigi V il Fanullone riusì a farsi eleggere re di Francia dall'assemblea dei feudatari e fu consacrato il 3 luglio 987 dall'arcivescovo di Reims Adalberone che aveva sostenuto la sua candidatura.
    Tentò di opporglisi Carlo I duca di Lorena, figlio di Luigi IV d'Oltremare, che accampava pretese al trono per motivi dinastici ma era ostacolato da Adalberone.
    Appena eletto Ugo Capeto fece incoronare il figlio Roberto ad Orleans, gli accordò una parte del governo (30 dicembre 987) e chiese per se la mano di una figlia del Basileus di Costantinopoli.
    Nel maggio 988 Carlo duca della Bassa Lorena attaccò Laon, subito Ugo e Roberto assediarono la città senza riuscire a tenere le posizioni, Carlo riuscì ad occupare l'intera regione di Laon e Soissons ed a minacciare Reims.
    Ricorrendo ad uno stratagemma il vescovo di Laon Assellino riuscì infine ad ingannare il duca Carlo: finse di passare dalla sua parte placando così ogni sospetto ed ottenendo il permesso di richiamare a Laon il proprio seguito.
    Il 29 marzo 991, domenica delle Palme, durante un pranzo nella torre di Laon, Asselilno pronunciò un giuramento di fedeltà nei confronti di Carlo, la notte stessa fece imprigionare dai propri uomini Carlo e Arnolfo (nuovo arcivescovo di Reims di tendenze filocarolinge che aveva consegnato Reims a Carlo).
    Ugo Capeto fu convocato in gran fretta e prese possesso della fortezza di Laon. Carlo rinchiuso a Orlean con la famiglia vi morì nel 992.
    Il 17-18 giugno 991 Ugo convocò un concilio a Verzy, presso Reims, nella chiesa del monastero di Saint-Basle per giudicare l'operato di Arnolfo, preoccupandosi ovviamente di riunire una maggioranza di prelati favorevoli alla sua causa. Il concilio riconobbe colpevole di tradimento Arnolfo che supplicò la grazia e la ottenne ma dovette rinunciare alla carica episcopale ed ai benefici temporali ad essa collegati.
    Ugo Capeto regnò fino alla morte avvenuta il 24 ottobre 991. Lasciò il trono al figlio Roberto.
    Oltre a Roberto aveva avuto dalla moglie Adelaide tre figlie: Edvige, Adelaide e Gisela, mentre dalla prima moglie Bianca, vedova di Luigi V, non aveva avuto figli.
    Successivamente alla sua morte si diffuse una leggenda che sosteneva che Ugo Capeto fosse in realtà un usurpatore, figlio di un mercante di bestiame di Parigi, che era riuscito a salire al trono con oscure manovre. Questa leggenda è ripresa da Dante nel XX canto del Purgatorio.


    Vedi anche:
  • Dinastia dei Capetingi


    Riferimenti letteratura:
  • Rodolfo il Glabro - Storie
  • Divina Commedia - Purgatorio





  • Indice sezione