4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Clemente IV papa



Nato a San Gilles in Provenza nei primi anni del XIII secolo, si chiamava Gui Foulques, latinizzato in Guido Fulcodi.
Prima di prendere i voti fu giurista, militare e segretario di Luigi IX. Nel 1257 fu consacrato vescovo di Le Puy, nel 1259 arcivescovo di Narbona.
Ottenuta la porpora cardinalizia nel 1261, fu eletto papa il 5 febbraio 1264 succedendo a Urbano IV.
Fortemente antisvevo come il predecessore, guidò la Chiesa ad adottare una politica filoangiina. Il 6 gennaio 1266 incoronò in San Pietro Carlo d'Angio re di Sicilia, quindi lo supportò, anche finanziariamente, nella sua spedizione contro Manfredi.
Quando Corradino di Svevia scese in Italia per prendere possesso del regno di Sicilia, Clemente IV cercò di opporglisi e lo colpì con la scomunica ma sembra non abbia avuto parte attiva nell'arbitraria condanna con cui il giovane erede venne messe a morte dagli Angioini.
Nei confronti della Chiesa orientale, Clemente IV fece tentativi di riunificazione prendendo contatti con l'imperatore bizantino Michele VIII Paleologo.
Nel governo interno della Chiesa si assicurò un forte potere personale intervenendo nelle questioni amministrative e fiscali e nella concessione dei benefici. In particolare consolidò l'Inquisizione.
Fu protettore del filosofo Ruggero Bacone che gli dedicò l'Opus Majus.
Clemente IV morì a Viterbo, dove aveva eletto la sua sede pontificia, nel 1268. Alla sua morte seguì il conclave più lungo della storia e solo nel 1271 venne eletto il successore Gregorio X.


Vedi anche:
  • Cronologia dei Papi ed Antipapi




  • Indice sezione