Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Zeus
  • Laodamia
    Fratelli e sorelle:
  • Eracle
  • Arcade
  • Euterpe
  • Ermes
  • Elena
  • Ilitia
  • Pelasgo
  • Argo
  • Eaco
  • Urania
  • Tersicore
  • Talia
  • Polimnia
  • Erato
  • Clio
  • Calliope
  • Melpomene
  • Atena
  • Apollo
  • Dioniso
  • Artemide - Diana - Ecate
  • Minosse
  • Persefone - Prosepina
  • Radamanto
  • Dardano
  • Astrea
  • Perseo
  • Anfione
  • Efesto
  • Tantalo
  • Zeto
  • Ebe
  • Sarpedonte



    Sarpedonte o Sarpedone.
    Celebre re licio accorso in aiuto a Troia.
    Era figlio di Zeus e di Laodamia, figlia di Bellerofonte.
    I suoi due figli compaiono nell'Eneide (X,125) impegnati nella difesa del campo troiano contro i Rutuli.
    Nell'Iliade guida i Lici, alleati dei Troiani.
    Nel quinto canto, mentre Diomede va compiendo le sue imprese, rimprovera Ettore accusandolo di partecipare troppo fiaccamente alla battaglia, lasciando la difesa della città completamente in mano agli alleati.
    Nel XII canto guida insieme a Glauco i Lici nell'assalto al muro di protezione delle navi achee. Entrambi vengono feriti ma riescono ad aprire una breccia nel muro.
    Più avanti combatte contro Tlepolemo, figlio di Eracle, e lo uccide rimanendo ferito.
    Viene ucciso da Patroclo ma Zeus ordina ad Apollo di recuperarne il corpo e trasportarlo in Licia, perché venga sepolto da eroe.
    Nella tradizione greca tarda Sarpedonte appare come figlio di Zeus e di Europa, dunque fratello di Minosse e Radamanto anche se nell'Iliade combatte e muore a Troia, almeno due generazioni dopo.
    Erodoto parla di un Sarpedone precedente a questo, fratello di Minosse e figlio di Europa che, scacciato da Creta ripara nella terra della quale diventa re.


    Riferimenti letteratura:
  • Iliade
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Virgilio - Eneide
  • Igino - Fabulae
  • Pseudo-Apollodoro - Biblioteca



  • Indice sezione