4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Pietro II Orseolo

  • Fratelli e sorelle:
  • Giovanni Orseolo
  • Vitale Orseolo
  • Ottone Orseolo



    Figlio di Pietro II Orseolo, nacque a Venezia nel 993. Battezzato come Pietro cambiò il nome in Ottone quando ebbe come padrino per la cresima l'imperatore Ottone III.
    Fu il ventisettesimo doge di Venezia, nominato nel 1009 quando era ancora quindicenne, alla morte del padre, il doge precedente Pietro II Orseolo.
    Nel 1011 sposò la principessa Geiza di Ungheria della dinastia degli Arpadi mentre i fratelli Orso e Vitale divenivano rispettivamente patriarca di Grado e vescovo di Torcello.
    Queste nomine non incontrarono l'approvazione del papa Benedetto VIII e Poppone, patriarca di Aquileia, saccheggiò Grado.
    Nel 1016 Ottone recuperò i territori presso Loreo occupati dal vescovo di Adria, nel 1018 sconfisse i Croati che tormentavano con le loro incursioni le coste della Dalmazia e ridefinì, consolidandoli, gli accordi con le città dalmate.
    A causa della rivalità di una parte delle famiglie nobili, Orseolo venne deposto e riparò in Istria e Pietro Centranigo fu nominato doge, ma dopo qualche tempo Ottone venne richiamato e si occupò di liberare Grado dal presidio militare postovi da Poppone ma la situazione era ancora instabile, infatti nel 1026 rivoltosi comandati da Domenico Flabianico deposero il doge e lo esiliarono a Costantinopoli dove morì nel 1032.
    La carica dogale passò a Pietro Centranigo dopo un periodo in cui Orso Orseolo, fratello di Ottone aveva provvisoriamente assunto le funzioni del doge.


    Riferimenti letteratura:
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare
  • Giuseppe Cappelletti - Storia della Repubblica di Venezia dal suo principio sino al suo fine


    Vedi anche:
  • Dogi di Venezia




  • Indice sezione