4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Marsilio da Padova



1280-1343
Politico e teologo, autore o coautore del Defensor Pacis, la maggiore opera di scienze politiche del medioevo.
Affermata l'autonomia dello Stato verso la Chiesa, Marsilio nega a qeust'ultima il potere coercitivo e contrappone il potere del concilio a quello del papa.
Condannato come eretico dal papa Giovanni XXII (1327) accompagnò Ludovico il Bavaro nella sua discesa in Italia.

I principali argomenti del pensiero politico di Marsilio da Padova:
- supremazia del Concilio al cui potere è subordinato quello del Papa
- diritto dei laici di essere rappresentati nei Concilii
- la Chiesa è la comunione dei fedeli ed il suo vero capo è Cristo. Solo un concilio eletto da tutti i fedeli (compresi i laici) ha il diritto di esercitare il potere e di prendere decisioni
- lo Stato è un'entità voluta dall'uomo. La miglior forma di Stato è la "monarchia temperata" nella quale il re esercita il potere per conto del popolo e ne è il vero detentore. La Chiesa non deve intervenire.


Indice sezione