4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Filippo III l'Ardito

  • Fratelli e sorelle:
  • Carlo I di Valois
    Figli:
  • Luigi X il Testardo
  • Carlo IV il Bello
  • Filippo V il Lungo
  • Filippo IV il Bello re di Francia



    Figlio di Filippo III l'Ardito e di Isabella d'Aragona, nacque nel 1268, successe al padre sul trono di Francia nel 1285.
    Il 16 agosto 1284 sposò Giovanna I di Navarra ampliando notevolmente il regno con i territori di lei.
    Portò avanti una politica di riforme amministrative dando allo stato un nuovo assetto organizzativo e burocratico.
    Per finanziare queste riforme inasprì il regime fiscale soprattutto a danno degli Ebrei e del clero. Ciò provocò l'ostilità con la Santa Sede ed il papa Bonifacio VIII proibì al clero francese di pagare le imposte ordinando al papa di revocarle.
    Lo scontro fra Filippo e Bonifacio durò a lungo: Filippo fu scomunicato ed il papa promulgò contro di lui alcune famose bolle fra le quali la Unam Sanctam che affermava la superiorità del potere clericale su ogni forma di governo temporale.
    Verificato ed ottenuto l'appoggio della nazione tramite la convocazione degli 'Stati Generali'; Filippo aprì un processo contro Bonifacio VIII accusandolo, fra l'altro, di eresia, simonia e di aver ucciso il suo predecessore Celestino V.
    Affidò l'incarico di arrestare Bonifacio al suo ministro Guglielmo di Nogaret il quale, con l'aiuto del nobile romano Sciarra Colonna, catturò il papa ad Anagni. Alcune fonti riportano che l'arresto di Bonifacio fu condotto in modo estremamente ingiurioso: il pontefice sarebbe stato addirittura schiaffeggiato con grande scandalo di chi vedeva così offesa non solo la persona di Bonifacio ma la carica spirituale che egli comunque rivestiva.
    I disordini che seguirono portarono alla liberazione di Bonifacio che tuttavia morì poco dopo stroncato dalla malattia (calcolosi biliare) e, forse, dalle umiliazioni subite. Morto il papa, Filippo portò avanti, ma senza arrivare a conclusione, un processo postumo contro di lui.
    La politica anticlericale di Filippo IV si sviluppò anche contro l'ordine clerico-militare dei Templari, nato durante le Crociate e divenuto in quegli anni estremamente potente. La lotta ai Templari, che si concluse con la soppressione dell'ordine e con il massacro di molti dei suoi membri, fu vicenda complessa ed oscura, fitta di accuse di eresia probabilmente false e di equivoche commistioni fra questioni religiose ed interessi materiali.
    Filippo IV morì accidentalmente durante una caccia il 29 novembre 1314 e fu sepolto nella basilica di Saint-Denis.
    Aveva avuto sei figli di cui tre furono re di Francia: Margherita, Luigi che gli successe sul trono come Luigi X, Filippo che fu a sua volta re di Francia dal 1316 al 1322 come Filippo V, Isabella che sposò Edoardo II e fu regina di Inghilterra, Carlo IV che successe a Filippo V ed infine Roberto, morto prima del padre a soli undici anni.


    Vedi anche:
  • Dinastia dei Capetingi




  • Indice sezione