Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Riferimenti Genealogici

Genitori:
  • Agamennone
  • Clitemnestra
    Famiglia: Atridi
    Fratelli e sorelle:
  • Erigone
  • Alete
  • Elettra
  • Ifigenia
  • Crisotemi
    Figli:
  • Tisameno
  • Pentilo
  • Oreste figlio di Agamennone



    Crater Orestes Pylades Louvre K404
    Oreste e Pilade ritrovano Ifigenia
    Cratere del IV secolo a.C.Parigi, Louvre
    By Group of British Museum F 63 (Jastrow (2007))
    [Public domain], via Wikimedia Commons
    Figlio di Agamennone e Clitemnestra vendica la morte del padre, trucidato da Clitemnestra e dall'amante Egisto, uccidendo i due adulteri. Perseguitato dalle Furie è assolto dal matricidio dagli dei riuniti nell'Areopago di Atene.
    Da bambino fu affidato a Strofio, cognato del padre, dalla sorella Elettra e dalla nutrice Gilissa per salvarlo da Egisto che certamente avrebbe voluto eliminare l'unico erede maschio di Agamennone. Crebbe con Pilade, figlio di Strofio.
    Per poter avvicinare Egisto e Clitemnestra, rientrato ad Argo finse di essere un messaggero di Strofio venuto ad annunciare la morte di Oreste, quindi si rivelò ad Elettra che lo aiutò nella vendetta.
    Perseguitato dalle Erinni, su consiglio di Apollo, si recò ad Atene dove fu giudicato dall'Areopago ed assolto grazie al decisivo voto di Atena.
    Recatosi in Tauride con il cugino Pilade per rapirvi il simulacro di Artemide, sta, come straniero, per essere sacrificato dalla sorella Ifigenia, sacerdotessa della dea, ma riconosciuto da lei si salva e trasporta ad Atene la statua della dea.
    Al mito di Oreste si ispirano, oltre la trilogia di Eschilo (Orestea), l'Elettra di Sofocle, l'Elettra, l'Oreste e l'Ifigenia in Tauride di Euripide, l'Oreste di Voltaire e dell'Alfieri, le Mosche di Sartre.
    Nella tragedia Andromaca di Euripide, Oreste uccide Neottolemo che aveva sposato Ermione, figlia di Menelao, in precedenza sua promessa sposa.
    Un particolare minore della storia di Oreste è il rapimento senza conseguenza che aveva subito da bambino ad opera di Telefo il quale voleva costringere Agamennone ad aiutarlo a guarire dalle ferite subite in battaglia.
    Altre notizie riportate dalle varie fonti:
    - la missione in Tauride è ordinata da Apollo. Al ritorno Oreste prende possesso del regno di Micene usurpato da Alete o da Menelao e quando muore Cylarabes prende anche Argo.
    - Gli Spartani scelgono Oreste come loro re preferendolo a Nicostrato e Megapente figli di Menelao e di una schiava (Pausania, Filostrato, Pitiche)
    - Sposa Ermione e diviene padre di Tisamene (Pausania II, 18)
    - Fonda la città di Argos Oresticum in Epiro (Strabone VII e XIII, Pindaro Nemee XI)
    - Muore per un morso di serpente in Arcadia (Orosio) e viene sepolto a Sparta (Pausania III, 11)
    - Secondo una leggenda italica fu sepolto a Aricia dove aveva portato un'immagine di Artemide,. Più tardi le spoglie furono traslate a Roma.


    Riferimenti letterari:
  • Odissea
  • Pindaro - Pitiche
  • Pindaro - Nemee
  • Eschilo - Agamennone
  • Eschilo - Coefore
  • Eschilo - Eumenidi
  • Euripide - Ifigenia in Tauride
  • Euripide - Ifigenia in Aulide
  • Euripide - Oreste
  • Euripide - Elettra
  • Euripide - Andromaca
  • Sofocle - Elettra
  • Cicerone - Dell'amicizia
  • Virgilio - Eneide
  • Ovidio - Tristia
  • Velleio Patercolo - Storia romana
  • Igino - Fabulae
  • Strabone - Geografia
  • Pausania - Descrizione della Grecia
  • Pseudo-Apollodoro - Biblioteca
  • Vittorio Alfieri - Agamennone
  • Vittorio Alfieri - Oreste


    Vedere anche:
  • Atridi - Genealogia



  • Indice sezione