4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Pietro Polani



Trentaseiesimo doge di Venezia dal 1130 al 1147
Genero e successore di Domenico Michiel. Durante il suo dogato gli Ungheresi ripresero Spalato ed altri possedimenti precedentemente conquistati dai Veneziani.
Si verificarono problemi anche con Padova ed Ancona. Fu istituito il 'Minor Consiglio', consesso di senatori che aveva il compito di assistere il doge nelle decisioni più importanti ma anche quello di equilibrare i conflitti fra ragion di stato ed interessi delle grandi famiglie.
Il doge e questo consiglio deliberarono di non aderire alla seconda crociata bandita dal papa Lucio II e stipularono accordi con i Padovani a proposito della produzione e del commercio del sale.
La politica filobizantrina di Polani lo portò a diretto contrasto con i Badoer e con i Dandolo, famiglie che egli colpì rispettivemente con l'esilio e con la distruzione di proprietà immobiliari.
Questi provvedimenti portarono il papa Eugenio III a scomunicare Venezia ed il doge.
Pietro Polani morì a Caorle nel 1147 mentre organizzava una spedizione in Oriente, gli successe Domenico Morosini.


Vedi anche:
  • Dogi di Venezia




  • Indice sezione