4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Giustino I imperatore d'Oriente



Militare dell'esercito bizantino, nato nell'Illirico nel 450 da famiglia di umili condizioni.
In gioventù fuggì a Costantinopoli a causa dell'invasione degli Unni ed entrò nell'esercito dove fece carriera fino ai massimi gradi della gerarchia militare nonostante fosse analfabeta.
Generale e comandante della guardia di palazzo sotto Anastasio I, alla morte di questi nel 518, riuscì a farsi eleggere imperatore sfruttando la propria posizione e gli ingenti mezzi finanziari accumulati.
Governò con l'aiuto di alcuni consiglieri fra cui il nipote Giustiniano suo successore.
Le leggi emanate da Giustino ebbero in alcuni casi l'effetto di indebolire l'aristocrazia bizantina e a volte destituì e condannò funzionari corrotti.
Una sua disposizione che abrogava un vecchio divieto per i matrimoni fra patrizi e donne di condizione sociale inferiore consentì a Giustiniano di sposare l'attrice Teodora.
Giustino perseguitò ariani e monofisiti provocando la rivalsa di Teodorico contro i cristiani fedeli al Concilio di Nicea che vivevano nei domini dei Goti. In quegli anni l'impero d'Oriente fu costantemente in guerra contro i Persiani.
Giustino morì a Costantinopoli il 1 agosto 527 e gli successe Giustiniano che era stato nominato coimperatore nel 526.
Giustino aveva sposato una schiava di nome Lupicina che aveva assunto il nome di Eufemia. La coppia non aveva avuto figli, Giustiniano era figlio di una sorella di Giustino.


Riferimenti letteratura:
  • Procopio di Cesarea - Storie segrete
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare



  • Indice sezione