Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Carausio



Nato nella Gallia Belgica, appartenente alla tribù dei Menapi, Carausio militò nell'esercito romano nell'ultima parte del terzo secolo d.C.
Nel 287, su incarico di Massimiano, organizzò una flotta per pattugliare la Manica e prevenire le scorrerie dei pirati franchi e sassoni ai danni di territori imperiali.
Fu accusato di malversazione e, condannato a morte da Massimiano, si fece proclamare imperatore in Britannia. Massimiano, impegnato su altri fronti, rimandò ogni azione contro Carausio fino al 289 ma quando finalmente lo affrontò fu sconfitto a causa della migliore preparazione degli uomini di Carausio nel combattimento marittimo.
Nel 290 Massimiano e Diocleziano decisero di riconoscere Carausio e di lasciargli governare la Britannia.
Nel 292 una guarnigione di Carausio occupò Gesoriaco (Boulogne-sur-mer) e fu cacciata da Costanzo Cloro che si preparava ad attaccare la Britannia quando, nel 293, Carausio venne assassinato da Allecto, suo prefetto del pretorio.


Riferimenti letteratura:
  • Aurelio Vittore - Vite degli Imperatori Romani
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare




  • Indice sezione