Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Porcio Festo



Fu nominato governatore della Giudea da Nerone intorno al 60 a.C. e dovette fronteggiare un conflitto a Cesarea fra popolazione greca ed ebraica e la azioni terroristiche dei Zeloti.
Fu anche coinvolto in una disputa fra Erode Agrippa II ed i sacerdoti che avevano costruito un muro per celare il tempio dal lato visibile dalla sala da pranzo del re in quanto giudicavano sacrilego che Agrippa lo osservasse mentre mangiava.
Ereditò dal predecessore Antonio Felice il problema di Paolo di Tarso che Felice aveva imprigionato per accontentare gli Ebrei che lo accusavano di eresia. Davanti a Porcio Festo e ad Erode Agrippa II Paolo, in quanto cittadino romano, si appellò all'imperatore e fu inviato a Roma.
Porcio Festo morì nel 62 d.C. per cause ignote; seguì un periodo di anarchia durante il quale i sacerdoti del tempio ebbero mano libera e, fra l'altro, fecero giustiziare arbitrariamente l'apostolo Giacomo Minore.


Riferimenti letteratura:
  • Eusebio di Cesarea - Storia Ecclesiastica
  • Giuseppe Flavio - Antichità Giudaiche


    Vedi anche:
  • Procuratori romani della Giudea




  • Indice sezione