4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Messapi



Popolazione di probabile stirpe illirica stanziata nel Salento fin dall'età del ferro. Parlavano un propria lingua il cui alfabeto era affine a quello greco. La presenza di elementi culturali dell'area dell'Egeo ha portato a formulare l'ipotesi che i Messapi fossero una mescolanza di genti di diversa provenienza che si sovrapposero nel tempo nello stesso territorio. 1
Secondo alcune fonti fu loro eponimo l'eroe Messapo, citato nell'Eneide.
Fra le loro città furono Brention (Brindisi), Sybar (Lecce), Nerition (Nardò) e Hodrum o Idruntum (Otranto).
A partire dall'VIII secolo a.C. risentirono dell'influenza delle colonie greche nei costumi, nella cultura, nella lingua e nella religione.
Nel 473 a.C. combatterono vittoriosamente contro Taranto alleandosi con i Peucezi.

Note:
1 Jochen Bleicken - Roma e l'Italia, in I Propilei Vol. IV - Mondadori, Milano, 1969



Riferimenti letteratura:
  • Virgilio - Eneide
  • Theodor Mommsen - Storia di Roma Antica



  • Indice sezione