Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Lazio



Italy Lazio location map 2
Mappa del Lazio
Di Map_of_region_of_Lazio,_Italy.svg: User:
Vonvikkenderivative work:
Shadowxfox [GFDL o CC-BY-SA-3.0],
attraverso Wikimedia Commons
Regione dell Italia Centrale.
Confini: Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Mar Tirreno. All'interno Città del Vaticano.
Capoluogo: Roma
Superficie: 17.236 kmq.
Popolazione: circa 5,8 milioni di abitanti
Province: Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo.


Storia:
Periodo preromano
Secondo Mommsen molte aree del Lazio erano in origine infestate dalla malaria che i primi coloni dovettero affrontare e combattere coltivando e bonificando il suolo. Dalla famiglia che coltiva il proprio campo e costruisce la propria casa l'evoluzione sociale portò alla formazione del villaggio con terreni e beni in comune, alla rocca fortificata per ragioni di difesa ed infine alla nascita del borgo cittadino.
Fra i primi siti occupati ed arganizzati dai popoli sopravvenienti furono i Colli Albani che presentavano un ambiente più salubre ed un maggior numero di sorgenti. Qui nacque la città di Alba, qui le antichissime colonie di Lanuvio, Aricia e Tuscolo.
Alba fu fortificata scavando ai suoi piedi una grandiosa rupe. Nei suoi pressi fu addirittura fatto defluire il Lago Albano tramite una galleria artificiale per lasciare libero un ampio spazio coltivabile.
Anche Tivoli e Palestrina furono colonie latine in origine organizzate come rocche distrettuali, così Labico, Gabii, Nomentum e la stessa Roma.
Tutte le colonie latine godevano di completa autonomia politica ma secondo l'uso italico ed ellenico si confederavano riconoscendo la presidenza della lega alla città di Alba.
Annualmente le città confederate celebravano la Festa Latina sacrificando un toro al dio Iuppiter Latiaris.
Non del tutto note le funzioni politiche della lega che verosimilmente disponeva di una certa autorità per far rispettare gli accordi fra i conferderati e per svolgere un ruolo di unificazione e di equilibrio sul piano politico e commerciale. Non è però dimostrato che l'adesione alla lega impedisse ai comuni confederati di combattere di tanto in tanto fra loro, anzi il periodo della festa veniva considerato come tregua sacra per sospendere tali ostilità. Secondo Mommsen la presidenza di Alba sulla lega era più che altro un'onorificienza e non ci sono prove storiche che la città abbia di fatto esercitato un'egemonia sul Lazio.

Località di interesse storico:
Ariccia
Civitavecchia
Colli Albani
Fondi
Formia
Terracina


Alcuni centri del Lazio Arcaico:

Albalonga
Aricia
Antemnae
Caenina
Collatia
Corioli
Crustumerium
Fidenae
Lanuvium
Politorium
Satricum
Suessa Pometia



Riferimenti letteratura:
  • Livio - Storia di Roma
  • Ovidio - Fasti
  • Virgilio - Eneide
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Strabone - Geografia




  • Indice sezione