4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Via Latina



L'antichissima strada che collegava Roma a Capua seguiva un tracciato naturale utilizzato già nelle preistoria e dall'ottavo al sesto secolo a.C. dagli Etruschi per raggiungere le loro colonie in Campania.
Verso la fine del quarto secolo, durante le Guerre Sannitiche circa venti anni prima della costruzione della Via Appia, i Romani resero il percorso naturale una strada vera e propria pavimentata in terra battuta e ghiaia e lunga circa 200 km.
La Via Latina usciva da Roma a Porta Capena, passava sotto Tusculum, il Monte Albano, il Monte Algido e proseguiva nelle valli del Sacco e del Liri raggiungendo Anagni, Ferentino, Frosinone, Fregelle, Cassino ed infine Capua.
Una variante costruita successivamente fra Rufrae (Presenzano) e Caianello abbreviava il percorso di circa dieci miglia.
Attualmente il tracciato della Via Latina è in gran parte coperto da altre strade, resti sono visibili a Roma nelle aree archeologiche del Parco delle Tombe, dove si trovano diversi sepolcri costruiti lungo la via, e del Parco degli Acquedotti.


Riferimenti letteratura:
  • Livio - Storia di Roma



  • Indice sezione