Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Alessandria



Biblio Alexandria
Il moderno edificio
della Biblioteca di Alessandria
By REDTURTLE (Own work)
[Public domain],
via Wikimedia Commons
Città dell'Egitto, capoluogo del governatorato di Alessandria.E' situata sul Mar Mediterraneo ad ovest del delta del Nilo, di fronte all'isola di Faro.

Storia
Fu fondata nel 332 a.C. da Alessandro Magno che decise anche la costruzione di una diga-acquedotto per collegare la città all'isola di Faro.
Nel 331 a.C., partendo per la sua spedizione in oriente, Alessandro affidò al suo governatore per l'Egitto Cleomene di Naucrati la direzione dei lavori di costruzione.
Nel 323 a.C. vi fu sepolto Alessandro Magno, morto in Mesopotamia.
Negli anni successivi divenne la capitale del regno dei Tolomei e fu una delle più importanti città del mondo antico.
Estremamente florida per le attività commerciali che vi si svolgevano, fu anche un grande centro culturale che attirava intellettuali e studiosi da tutto il mondo, grazie soprattutto alla sua famosa biblioteca.
Ad Alessandria lavorò la commissione ebraica che produsse la Bibbia dei Settanta (traduzione in greco delle Sacre Scritture) per iniziativa di Tolomeo II Filadelfo.
Nel 48 a.C. Alessandria fu teatro della guerra civile fra Tolomeo XIV e sua sorella Cleopatra. Durante questa guerra Pompeo Magno, sconfitto a Farsalo da Giulio Cesare cercò rifugio in Egitto ma Tolomeo XIV, spinto dai suoi consiglieri Potino e Achilla, lo fece uccidere. Cesare, che giunse ad Alessandria inseguendo Pompeo, vi rimase bloccato a causa delle condizioni del mare e dell'opposizione militare di Achilla. Ne nacque la cosiddetta guerra alessandrina che fu vinta da Cesare nel marzo del 47 a.C.
Sottomessa dai Romani quando Ottaviano conquistò l'Egitto, fu governata da un prefetto e recuperò uno statuto autonomo durante il regno di Settimio Severo.
Appartenne all'impero bizantino fino al 616 quando fu conquistata dal re persiano Cosroe II. Nel 640 fu assediata ed espugnata dagli Arabi, da allora decadde e vide diminuire la popolazione a causa del declino dei commerci a favore di altri centri musulmani.
Nel 1798 fu conquistata da Napoleone, nel 1808 dagli Inglesi.
Durante il XIX secolo, nonostante varie vicende belliche, si riprese dal declino e nel XX secolo divenne importante per il controllo navale e militare del Canale di Suez.
Le truppe britanniche furono ritirate nel 1954 a seguito del trattato fra la Gran Bretagna ed il governo militare egiziano del colonnello Nasser.


Riferimenti letteratura:
  • Cesare - La guerra civile
  • Diodoro Siculo - Biblioteca storica
  • Giuseppe Flavio - Antichità Giudaiche
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare




  • Indice sezione