Google+
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Aquileia



Comune del Friuli Venezia Giulia in provincia di Udine, situato sulle rive del fiume Natissa presso la laguna di Grado.
Il territorio comunale ha una superficie di 36,84 kmq e confina con i comuni di Fiumicello, Grado, Terzo di Aquileia e Villa Vicentina.
La popolazione è di circa 3.500 abitanti.

Storia
Il luogo dove i Romani fondarono nel 181 a.C. la colonia di Aquileia era abitato già nel nono secolo a.C. come dimostrano varie scoperte archeologiche.
Le opere dei Romani fecero di Aquileia un importante centro commerciale e porto fluviale, collegato all'Italia e al Centro Europa dalle vie Postumia, Annia e Gemina.
In età imperiale la città raggiunse il massimo splendore nonostante la grave epidemia di peste della seconda metà del secondo secolo d.C., per decadere rapidamente nel quinto secolo a causa dell'invasione degli Unni.
Interessata dal Cristianesimo fin dal primo secolo, Aquileia ospitò nel 381 un concilio ecumenico e divenne un importante centro religioso.
Il 18 luglio 452 Attila espugnò Aquileia e la devastò massacrando la popolazione, in quell'occasione una parte degli abitanti fuggì nella laguna contribuendo a popolare le isole dove sarebbe poi sorta Venezia.
Dal 568 il territorio di Aquileia venne diviso fra i Longobardi e i Bizantini (a questi ultimi andò il sobborgo di Grado), nell'ottavo secolo la sede del patriarcato fu trasferita a Cividale e tornò ad Aquileia all'inizio dell'undicesimo secolo grazie al patriarca Poppone.
Nel 1420 passò a Venezia e nel 1509 fu conquistata dal Sacro Romano Impero per poi essere restituita al patriarca nel 1535. Il dominio dei patriarchi durò solo fino al 1543 quando la città passò sotto il capitanato di Gradisca (poi contea di Gorizia e Gradisca) che apparteneva agli Austriaci.
Rimase in questa situazione, salvo un breve periodo nel quale fece parte del Regno Napoleonico d'Italia, fino al termine della prima guerra mondiale, quando fu annessa al Regno d'Italia.


Archeologia
- Zona Archeologica e Basilica Patriarcale di Aquileia, Patrimonio dell'Umanità per l'Unesco.
- Sepolcreto romano
- Via Sacra
- Via Giulia Augusta

Chiese
- Basilica di Santa Maria Assunta

Musei
- Museo Paleocristiano di Monastero
- Museo Archeologico Nazionale



Riferimenti letteratura:
  • Paolo Diacono - Storia dei Longobardi
  • Ludovico Antonio Muratori - Annali d'Italia dal principio dell'era volgare
  • Giuseppe Cappelletti - Storia della Repubblica di Venezia dal suo principio sino al suo fine


    Vedi anche:
  • Patriarchi di Aquileia



  • Indice sezione