4/vgF0McT6WBi1RPOKg40mK96lk1bJq1dTncfbVzjMYsVgdkLfU3L2ZoQ

Sunelweb
    
Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Lucca



Notizie generali
Comune della Toscana, capoluogo di Provincia.
Si trova presso il fiume Serchio in Valdichiana a 19 m. s.l.m.
Il territorio comunale ha una superficie di 185,53 kmq e confina con i comuni di Borgo a Mozzano, Camaiore, Capannori, Massarosa, Pescaglia, San Giuliano Terme, Vecchiano.
La popolazione è di circa 85.000 abitanti.

Storia
Le testimonianze archeologiche di attività di estrazione del ferro nell'area di Lucca risalgono al decimo secolo a.C. La zona fu abitata dai Liguri e poi dagli Etruschi.
Il centro divenne colonia romana nel 180 a.C. con il nome di Luca e nell'89 a.C. ottenne la condizione di Municipium.
Durante l'epoca romana fu una città fortificata situata sulla linea di confine fra quello che fu il dominio della Repubblica nella penisola italiana e i territori conquistati da Cesare in poi.
Caduto l'impero Lucca fu sottomessa ai Goti poi ai Bizantini. Sotto i Longobardi Lucca fu capitale del Ducato di Tuscia più tardi, sotto il re Autari (584-590) nacque il Ducato di Lucca.
Il dominio longobardo su Lucca perdurò anche dopo la vittoria dei Franchi fino all'epoca degli Ottoni quando la città si trovò a far parte del Sacro Romano Impero.
Il dodicesimo secolo fu un periodo di splendore per Lucca grazie alle sue ricche attività di produzione e commercio nel settore tessile (soprattutto della seta) e nel 1199 la città si proclamò libero comune, ma come tutte le città della Toscana dell'epoca soffriva per le lotte intestine tra guelfi e ghibellini. Nel 1314 fu conquistata da Uguccione della Faggiola che dall'anno precedente era signore di Pisa e che fu cacciato nel 1316 da una rivolta popolare. Assunse la carica di capitano generale e in seguito il titolo di duca di Lucca e altre città Castruccio Castracani che nel 1325 sconfisse i Fiorentini a Altopascio.
Castracani morì nel 1328 e nel 1329 Lucca fu conquistata da Marco Visconti e poi venduta alla Repubblica di Genova.
Riconquistata da Pisa nel 1342 ottenne la libertà nel 1369 dall'imperatore Carlo IV che decretò il suo diritto a ricostituire una repubblica non senza aver percepito dai Lucchesi un congruo compenso.
Il quindicesimo secolo iniziò per Lucca con la signoria di Paolo Gunigi il quale incrementò le attività economiche e svolze un'accorta politica di alleanze, nel 1413 fu legittimato vicario imperiale dall'imperatore Sigismondo, ma negli anni successivi, a causa della guerra fra Milano e Venezia, Lucca si trovò contro i Fiorentini alleati di Venezia.
Fu attaccata da Braccio da Montone e in seguito da Niccolò Piccinino. Liberata da Francesco Sforza che a sua volta pretese un premio per allontanarsi, fu di nuovo assediata e liberata dai Genovesi che inviarono il Piccinino il quale nel frattempo aveva cambiato bandiera.
Nel 1430 una congiura tolse dalla scena il Gunigi e Lucca tornò una repubblica indipendente con governo oligarchico e tale rimase fino all'arrivo dei Francesi nel 1799.
Nel periodo napoleonico fu governata da Elisa Bonaparte Baciocchi e dal marito Felice Baciocchi. Dal 1817 passò ai Borbone di Parma e nel 1847 fu ceduta ai Lorena granduchi di Toscana.

Archeologia
In preparazione

Chiese
Duomo
Sant'Alessandro
San Michele in Folo
San Frediano
Santi Giovanni e Reparata
Santa Maria Forisportam
San Pietro Somaldi
San Francesco


Palazzi
Palazzo Ducale
Palazzo Pfanner
Palazzo Mansi
Palazzo Massoni
Palazzo Orsetti
Palazzo Santini
Palazzo Bartolomei
Palazzo Fontana-Busdraghi
Palazzo Bracoli Pantera
Palazzo Tucci

Musei
In preparazione

Teatri
Teatro del Giglio
Teatro di San Girolamo
Auditorium del Suffragio

Altri edifici e monumenti
Torre dell'Orologio
Torre Guinigi
Porta San Gervasio
Mura di Lucca

Feste e manifestazioni
In preparazione


Indice sezione