Guida rapida
A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W Y Z  
 

Piceno



Provenienza immagine: Wikimedia Commons
Mappa dell'antico Piceno
Fonte: The Historical Atlas
by William R. Shepherd, 1911
Via Wikimedia Commons
Antica regione dell'Italia Centrale che comprendeva il territorio delle attuali Marche a sud del fiume Esino e parte dell'Abruzzo (provincia di Teramo e parte della provincia di Pescara).
La regione prese il nome dal popolo dei Piceni che secondo fonti tradizionali migrarono durante una primavera sacra e scelsero come loro emblema il picchio (picus). Varie ipotesi sono state avanzate sulla provenienza dei Piceni che generalmente vengono considerati un gruppo tosco-umbro originario della Sabina che si integrò rapidamente con le popolazioni autoctone.
L'immigrazione dei Piceni avvenne probabilmente nel XII secolo a.C. ma prima e dopo questo periodo la regione fu abitata anche da varie altre etnie.
In età arcaica fu abitata, secondo l'erudito Giuseppe Colucci, da gente proveniente dalla Grecia che fu cacciata dalla regione nel XIII secolo a.C. e si trasferì nel Lazio e poi in Sicilia. Seguirono i Liburni, gli Umbri, alcuni effimeri insediamenti etruschi. Fra il quinto e il quarto secolo a.C. una parte della regione venne abitata dai Galli Senoni.
Fra i centri più importanti del Piceno: Ancona (di fondazione greca), Ascoli (Ausculum), Osimo (Auxinum), Cupra Marittima, Cupra Montana, Fermo (Firmum), Teramo (Interamnia).
Con la battaglia di Sentinum del 295 a.C. i Romani sconfissero una coalizione di Sanniti, Etruschi e Galli Senoni e presero il controllo dell'intera Italia Centrale, nel 267 a.C. sottomisero definitivamente i Piceni.
Sotto Augusto il Piceno fu inserito nella V Regio.


Riferimenti letteratura:
  • Livio - Storia di Roma
  • Plinio il Vecchio - Storia Naturale
  • Procopio di Cesarea - La guerra gotica
  • Nicola Corcia - Storia delle Due Sicilie dall'antichità più remota al 1789
  • Giuseppe Colucci - Antichità Picene



  • Indice sezione